“Il M5S è da sempre propositivo e in prima linea per sconfiggere la malapolitica sulla disabilita. Da tempo Disabilita-Handicaplavoriamo a stretto contatto con associazioni e cittadini dei comuni di Portici, Boscotrecase, Casoria, San Giovanni a Teduccio e Santa Maria La Carità per promuovere azioni congiunte presso i Comuni del vesuviano e in Regione Campania per l’approvazione di un piano PEBA per l’eliminazione delle barriere architettoniche nonché dei piani PAU per l’accessibilità urbana. Grazie al nostro portavoce in consiglio comunale Ludovico D’Elia questi temi sono stati portati per la prima volta all’ordine del giorno in Assise, attraverso un’interrogazione che già a novembre 2014 ha incassato la promessa del sindaco di destinare fondi europei ai PEBA e ai PAU e di assegnare ad un dirigente la stesura dei piani”.

Lo affermano, in una nota congiunta, i portavoce del Movimento Cinque Stelle di Torre del Greco dopo la pubblicazione di un articolo sull’incontro “Progettare senza barriere” apparso su organi della stampa locale.

“Speriamo – proseguono – che le associazioni e l’amministrazione non si trincerino dietro un muro del non ascolto, che sarebbe solo un ostacolo aggiuntivo per tutti i disabili torresi e le loro famiglie. Le contestazioni all’amministrazione, rea di aver dimezzato le ore di assistenza domiciliare a 47 disabili gravi, non solo sono legittime e rappresentano il sale della democrazia, ma giungono dai cittadini in forma spontanea e non organizzata da alcuna forza politica in quanto esprimono semplicemente un disagio reale vissuto sulla propria pelle in questa città. Ci dispiace che in questo caso le critiche vengano strumentalizzate in chiave politica e non siano occasione di ascolto”.