Tempi duri per i corrotti: il Consiglio dei ministri ha approvato il ddl anticorruzione. Questo provvedimento contiene una serie di novità, come il Daspo per i corrotti e l’impiego dell’agente sotto copertura.

Con questa serie di misure il premier Giuseppe Conte ha detto che il governo punta a “restituire al nostro Paese competitività. L’Italia ha risorse culturali, economiche e sociali: bisogna cercare di realizzare le condizioni perchè queste potenzialità si sviluppino”.

“Da ora in poi chi sbaglia paga, é certo – così il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede (nella foto) a Palazzo Chigi -. Chiamiamo questa legge – continua – “spazza corrotti” perché dopo tanti anni di battaglia in nome della legalità, della giustizia e dell’onesta portare in cdm un ddl che porta una vera rivoluzione nella lotta alla corruzione è motivo di orgoglio e commozione”.

Molti cittadini onesti aspettavano da tempo questa legge, auspichiamo che le pene, per chi commette il reato, siano severe e certe.