Contratto Nu, Salvatore Romano (Pd): “Il sindaco ha l’obbligo morale di non ritirare le proprie dimissioni”. Continuano le polemiche attorno alla questione del mancato contratto di servizio per la raccolta differenziata in città alla ditta dei Fratelli Balsamo che è subentrata alla Egoeco, dopo che quest’ultima è stata “cacciata” Salvatore-Romanodall’amministrazione Borriello per gli scarsi risultati ottenuti. “Ci risiamo – commenta il capogruppo del Pd a Palazzo Baronale, Salvatore Romano -, quando si parla di rifiuti l’amministrazione comunale diretta da Ciro Borriello non perde occasione per far parlare, questa volta si tocca l’argomento del contratto con la ditta Fratelli Balsamo , che opera sul nostro territorio cittadino da fine gennaio 2015 nel settore Nu, dopo che la precedente ditta aggiudicataria dell’appalto da 34 milioni di euro è stata esautorata a quanto pare a causa di inadempienze anche contrattuali, orbene il sindaco e l’amministrazione non hanno ancora provveduto a stipulare il contratto con la Fratelli Balsamo, cioè ancora una volta questi lavoratori addetti alla pulizia e allo smaltimento dei rifiuti sono senza contratto, con tutti i rischi che ne conseguono”. Ma non è tutto. “Grave – continua Romano -, molto grave, non è possibile che una ditta appaltatrice di servizi così delicati e di così tanto interesse, operi nella quarta città della Campania senza contratto”. Poi, arrivano le domande per il primo cittadino. “Noi – chiosa il capogruppo Pd – dell’opposizione chiediamo a gran voce, e così come abbiamo più volte richiesto che il sindaco ci faccia capire il perché di tanto ritardo, perché tutta questa fretta per passare la mano alla seconda classificata e poi non si preoccupa di contrattualizzare quella che sta svolgendo il servizio, e se è vero che la segretaria generale che è deputata a ratificare il contratto ad oggi non firma, anzi da notizie assunte sembra addirittura che sia in ferie”. E, infine arriva la richiesta di confermare le dimissioni: “Ancora una volta rinnoviamo il nostro convincimento che questa amministrazione debba rimanersene a casa e che il sindaco ha l’obbligo morale, per manifesta incapacità, di non ritirare le proprie dimissioni”, conclude Salvatore Romano. E mentre l’opposizione attacca sulla Nu, dal Comune arrivano i dati definitivi (mentre sul sito Mysir.it l’aggiornamento prosegue a rilento) del mese di luglio sulle percentuali di raccolta differenziata. La percentuale di differenziata nello scorso mese di luglio è stata del 57,0891%. Accanto a questo dato, c’è un altro riscontro importante, legato al calo della produzione di rifiuti: rispetto allo stesso mese dello scorso anno, infatti, i torresi hanno “prodotto” 300 tonnellate in meno di spazzatura. “Un responso quest’ultimo – afferma il sindaco Borriello – che conferma come i dubbi palesati a più riprese circa la precedente gestione del servizio non fossero affatto campate in aria. Da mesi infatti registriamo un notevole calo nella produzione dei rifiuti, con un risparmio complessivo sul costo del servizio pagato dai cittadini”. A questo si aggiunge il costante incremento nella percentuale della differenziata: “Da febbraio a oggi – prosegue – si constata un lento ma progressivo miglioramento del servizio, con dati sempre più confortanti. A questo, si aggiunge una raccolta e uno spazzamento sempre più consoni a una città importante come Torre del Greco”.