Torre del Greco – Sempre attento alle “questioni” politiche dell’amministrazione comunale e sempre pronto a commentarle quanto ritiene, sono 24 gennaio le ultime frecciatine che l’ex sindaco Ciro Borriello lancia a seguito delle dichiarazione rese da Luigi Mele – esponente della Lega di Matteo Salvini – sulla crisi del governo cittadino e sulla spalla offerta al primo cittadino Giovanni Palomba per sanare la situazione creatasi a Palazzo Baronale.

“Non ci posso credere – scrive Borriello sul suo social network Facebook il 24 gennaio alle ore 10.10 – Mele illuminato sulla via di Damasco. Mentre invocava le dimissioni del sindaco per il bene della città – precisa – ora per lo stesso bene si dichiara pronto a salvare sempre lo stesso sindaco. Per favore – conclude – fai pace con il tuo cervello. Un minimo di dignità non guasta mai”.

Oltre 150 commenti di altri utenti social sono apparsi rapidamente sulla pagina del chirurgo, alcuni pro Mele ed altri duramente contro il consigliere comunale. Non sono mancati, inoltre, alcuni battibecchi proprio tra lo stesso Mele ed altri utenti social proprio sulla pagina di Borriello che non è intervenuto bensì è rimasto a guardare, o meglio, leggere le diatribe e lo scambio di opinioni. Ma vi è di più. Nella stessa giornata, ma in serata, sempre sulla pagina social dell’ex deputato alle 20.44 appare una foto, fortemente ironica ma molto comunicativa del suo pensiero: una bottiglia con su scritto “Il nostro aceto di mele”. Un chiaro riferimento, ancora, alla posizione palesata dal leghista.