Portici – “Sono stati 5 anni intensi, impegnativi, nei quali come Movimento 5 Stelle abbiamo effettuato un’opposizione dura ma anche costruttiva. Abbiamo denunciato pubblicamente lo stato vergognoso in cui versano le nostre strade, tra cui l’asse mercatale e il corso Garibaldi, e le strutture di proprietà comunale nelle quali sono stati sperperati invano milioni di euro, soldi anche dei cittadini di Portici – spiega Alessandro Caramiello, capogruppo del Movimento Cinque Stelle -.

In Consiglio Comunale ho denunciato lo stato di abbandono di Palazzo Amoretti, l’ex piazzetta Montedison, l’istituto San Giuseppe, Villa Savonarola, Opera Pia Vico Ritiro, il lungomare infinito, Villa Mascolo, Palazzo Caposele, lo stadio San Ciro, il Campo Cocozza, l’ex Area Kerasav, il Teatro i De Filippo e il mercato coperto; un elenco di immobili comunali lasciati in balia dell’abbandono. Si tratta di strutture che qualora venissero valorizzate creerebbero sviluppo e posti di lavoro per i cittadini di Portici. Non ho fatto mai mancare il mio contributo in consiglio comunale in termini di proposte, come la richiesta di istituire uno sportello per la creazione di piccole e medie imprese e quindi posti di lavoro. Nelle commissioni consiliari ho portato proposte per la risoluzione dell’annoso problema a dei parcheggi e di questo sistema di sosta con le strisce gialle e strisce blu che tanti problemi stanno creando ai cittadini di Portici, ai commercianti e agli avventori che non vengono più a spendere nella nostra città generando un problema economico e distruggendo il commercio in città, una volta fiorente”.

“Oggi, la nostra lista è stata certificata e l’impegno del M5S sarà volto principalmente allo sviluppo della nostra città per creare quelle condizioni di benessere per tutti i cittadini con particolare attenzione alle Politiche Sociali e del lavoro, sicurezza, parcheggi, un trasporto pubblico sostenibile, decoro urbano e turismo”, conclude Caramiello.