Napoli – Le associazioni meridionaliste della storica destra napoletana  Campo Sud, Destra e Mezzogiorno, Sud Positivo, Iniziativa Meridionale e Campania Sanità hanno illustrato oggi in conferenza stampa  “le ragioni per le quali abbiamo deciso, in occasione delle prossime elezioni europee del 26 maggio, di sostenere l’azione politica del vice Premier e Ministro degli Interni  Matteo Salvini di costruire un partito nazionale che si è fatto carico della difesa dell’identità nazionale e di valori fondamentali della vita, della famiglia, della cultura italiana tutta, temi propri della Destra politica che altri hanno abbandonato.

Salvini soprattutto sta concretamente agendo in difesa del Sud in tema di sicurezza, lavoro, tutela e salvaguardia delle specificità territoriali, sviluppo economico ed infrastrutturale”.

“Una scelta non concordata  – ha sottolineato l’on. Marcello Taglialatela – spontanea. Scelta dei singoli, di associazioni; scelta politica ed autonoma. Il mezzogiorno ha bisogno di difendere la propria economia, di avviare un percorso di rilancio infrastrutturale ed economico. E con Salvini questo è possibile. Vogliamo contribuire a collaudare e valorizzare questo nuovo corso del Ministro degli Interni, di costituzione del partito nazionale. Abbiamo grande fiducia.
Crediamo nel progetto di Salvini nell’era post bossiana della lega. La scelta di oggi per noi è importante e ci tenevamo a farla in modo pubblico.
Il mezzogiorno è stato cancellato dalla costituzione dalla sinistra (da Prodi e D’Alema nel 2001). L’impegno che chiediamo a Salvini è di far si che ritorni in Costituzione”.
“Ho preso atto con piacere della manifestazione di interesse e di adesione al progetto della Lega. Sta nascendo e si sta consolidando sempre di più un partito identitario e nazionale che vuole riporre al centro della propria azione politica il territorio. Proprio per tale motivo la presenza delle associazioni oggi nella vostra conferenza rappresenta che si sta andando verso la direzione giusta”, ha sottolineato l’on. della Lega Gianluca Cantalamessa.

Presenti, tra gli altri:
-Maurizio Esposito, già consigliere provinciale
-Giovanni Papa, già consigliere comunale di Napoli
-Maurizio Bruno, già consigliere   comunale a S.Giorgio a Cremano, già Presidente Gori
-Carlo Lamura, già  consigliere  comunale di Napoli, già presidente IACP
-Luca Ferrari, già consigliere comunale di Napoli
-Gennaro Succoio, già presidente Circoscrizione San Lorenzo

“I partiti sono strumenti per attuare le battaglie politiche – ha sottolineato Bruno Esposito – noi continuiamo la nostra battaglia di una vita. Con la Lega di Salvini la difesa della identità nazionale e delle nostre tradizioni è possibile”.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono