Parte il 28 maggio a San Giorgio a Cremano la terza edizione del Corso di Arte Presepiale che sarà realizzato in collaborazione con Associazione Italiana Amici del Presepe sede di San Giorgio a Cremano, nei locali di Villa Bruno, concessi all’ A.I.A.P.

Si tratta di un laboratorio che intende continuare a tramandare un pezzo fondamentale della storia e della tradizione partenopea.

Il corso è totalmente gratuito e potranno prendervi parte i primi 20 cittadini maggiorenni che ne faranno domanda, rivolgendosi direttamente via WhatsApp al numero dell’associazione 3317643987, indicando nome e cognome, numero di telefono e indirizzo e-mail.

A coloro che vorranno iscriversi verrà inviata la documentazione da compilare e da presentare in sede durante il primo incontro.

I maestri saranno Luca Brandi, Bruno Buiano, Antonio Cozzolino, con il supporto tecnico degli altri soci, tutti strettamente legati dall’amore per l’arte presepiale e dalla volontà di socializzare.

Si partirà sabato 28 maggio alle ore 10 per un incontro conoscitivo in cui si parlerà e si prenderà confidenza con gli strumenti e materiali che saranno utilizzati durante il corso.

Il Programma prevede i primi 3 incontri il 28 maggio, 4 e 11 giugno. In queste date i partecipanti scopriranno la creazione completa di una scenografia presepiale, partendo dalla creazione in sughero, fino alla pitturazione e ultimazione della scenografia.

Successivamente, a partire dal 17 giugno, gli incontri si svolgeranno ogni venerdì pomeriggio. Da questa data, ogni partecipante lavorerà al suo presepe, con una postazione dedicata.

Le opere realizzate saranno esposte durante la storica mostra presepiale che si tiene ogni anno, nel periodo natalizio.

Per tutte le informazioni è possibile anche seguire la pagina Facebook “Aiap San Giorgio”.

“La cultura – dichiara il sindaco Giorgio Zinno – si manifesta anche attraverso l’artigianalità e il rispetto della tradizione. Per questo – conclude il primo cittadino – abbiamo voluto offrire nuovamente ai cittadini la possibilità di apprendere e trasmettere l’arte presepiale, per di più in maniera completamente gratuita”.