Teodoro-CaporasoArriva a conclusione il progetto “Sport educational 2016”, promosso dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello e volto a realizzare un “laboratorio” che possa esprimere un’opportunità di inclusione e di crescita sociale per i giovani alunni delle scuole secondarie di primo e secondo grado, con particolare attenzione agli studenti diversamente abili.
Un progetto promosso dal vicesindaco e titolare alla delega alla Pubblica istruzione, Romina Stilo, e che vede impegnate le società sportive Hinna Mac ’82 e Cittadella dello Sport, e che ora arriva alla fase finale con una manifestazione pubblica in programma sabato 15 ottobre, grazie al fattivo impegno dell’assessorato alla Viabilità guidata da Salvatore Quirino.
L’evento di sabato si divide in una parte sportiva in programma alle 9.30 lungo corso Vittorio Emanuele (maxi-staffetta 20 x 300 metri, con rappresentative scolastiche di dieci alunni e dieci alunne, comprendenti anche ragazzi diversamente abili), una gara non competitiva con esibizioni a corredo; a seguire alle 11, negli spazi del cinema Corallo, prevista una parte protocollare con un dibattito sul tema “Sport per tutti” (con la partecipazione di autorità e addetti ai lavori) e la presentazione del libro “Asole di vita” del poeta togolese Felix Adado. Ospite d’onore l’atleta olimpionico della 50 km di marcia, Teodorico Caporaso, allenato dall’allenatore torrese Diego Perez, che nell’occasione sarà premiato per la recente partecipazione ai Giochi di Londra 2016.

La manifestazione del 15 ottobre segue il monitoraggio/screening degli alunni delle seconde e terze medie e delle prime e seconde superiori (oltre 500 alunni valutati) dei sei istituti coinvolti, che attraverso una batteria di test funzionali ha permesso di verificare le capacità motorie individuali. Particolare attenzione è stata posta alle capacità degli alunni con disabilità (oltre 40 quelli valutati).
“Siamo felici – afferma il vicesindaco Stilo – della buona riuscita dell’iniziativa, che ancora una volta mira ad integrare ragazzi con difficoltà motorie con giovani normodotati. È bello che questo messaggio venga dalla scuola e dallo sport”.
“Quella di sabato – gli fa eco Quirino – sarà una grande festa per l’intera città, grazie al fatto che per un paio di ore i ragazzi interessati dal progetto correranno lungo il tratto di corso Vittorio Emanuele che dall’incrocio con la Circumvallazione porta fino all’altezza della Casa del Parmigiano, opportunamente chiuso al traffico dalle 9.30 a seguire, grazie anche all’impegno degli agenti di polizia municipale”.