Dopo aver pubblicizzato il malcontento della popolazione sui cartelloni pubblicitari collocati nell’aiuola all’uscita dell’autostrada, il Comune corre ai ripari. Infatti, i diversi cartelli pubblicitari che, nei giorni scorsi, avevano letteralmente avvolto lo spazio verde che si trova al centro della rotonda posta dinanzi ai caselli  Cartelli-pubblicitari-Aiuola-autostrada-2015Cartelli-pubblicitari-abbassati-autostrada-2015autostradali, sono stati momentaneamente capovolti per essere (forse) in seguito ritirati. A mettere nell’angolo, dopo il nostro articolo di denuncia e le proteste dei cittadini sul web, la società che gestisce i marchi presenti sui numerosi cartelloni, vicina al consigliere comunale di maggioranza di matrice “Caponiana”, Felice Gaglione, è stato anche l’ex vicesindaco Pd, Lorenzo Porzio, che ha spinto per la rimozione dei
cartelli. Ecco quanto affermato dal consigliere del PD: “E’ inammissibile quanto accaduto, ancora una volta, a danno di alcuni privati cittadini – per evidente disaccordo da parte dell’Amministrazione comunale – sulla disciplina di affido delle aree pubbliche a verde. Mi riferisco alla delibera n. 440 del 5 Agosto c.a. a firma dell’Ass Stilo con la quale veniva data in affidamento, ad alcuni privati, l’aiuola di via Cavallo, all’uscita del casello autostradale; delibera che – successivamente verrebbe revocata dal Sig. Sindaco, perchè illegittima. Nello specifico, nell’area verde in oggetto, sarebbero stati prima collocati, poi rimossi n. 8 pannelli pubblicitari per i quali sono stati investiti fondi da parte dei privati affidatari. L’ennesimo caso di disordine e caos – conclude Porzio – della gestione politica che vige in città da parte dell’Amministrazione Borriello”.
Secondo indiscrezioni sembrerebbe che l’azienda proprietaria dei cartelloni si stia muovendo legalmente contro l’Amministrazione comunale.