Comitati ed associazioni insieme per evitare il disfacimento del nosocomio

(a) per gli abbonati o in edicola – Torre del Greco –  Continua la lotta per salvare l’ospedale Maresca.
Numerose sono, infatti, le iniziative per trovare rimedio al grave problema che, ormai da tempo, sta affliggendo la nostra città.
Lo scorso 15 giugno si è tenuta una riunione, presso la sede torrese della Cgil, indetta dal “comitato cittadino per la salvezza dell’ospedale Maresca”, dove sono state illustrate le nuove iniziative da mettere in atto a difesa del presidio ospedaliero torrese.
Sull’argomento Giulio Esposito, Presidente dell’Ascom e componente del comitato pro-Maresca, ci spiega: “Esiste un movimento intorno al grave problema che colpisce da tempo il Maresca. Quest’associazione è nata spontaneamente ed è in una fase preparatoria; l’obiettivo è coinvolgere anche la regione”. “Abbiamo avuto diversi incontri con Ciro Borriello, sindaco di Torre del Greco, e Nino Daniele, sindaco di Ercolano, mentre con Bassolino ci siamo solo visti, ma non abbiamo avuto modo di trattare la questione approfonditamente. Per fortuna l’ultima conferenza ha attirato l’attenzione della maggior parte della popolazione e dei media locali”. Esposito conclude dicendo: “Ci siamo resi conto che ci sono delle limitazioni serie che riguardano l’ospedale e noi non vogliamo assolutamente che queste sussistano od aumentino. Il Maresca comprende un’enorme fascia di utenza che non merita questo trattamento”.
La battaglia dei cittadini, quindi, continua senza sosta; anche su Facebook, il popolare social network,è nato un gruppo di discussione riguardante il nosocomio torrese.

Andrea Scala

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea de La Torre 1905 in edicola il 24 giugno 2009