Abbiamo deciso anche noi de La Torre di non scrivere nulla sulla partita di domenica scorsa della Turris, siamo solidali con i nostri colleghi giornalisti. Siamo dispiaciuti di quello che sta accadendo e abbiamo deciso di riportare fedelmente il loro comunicato stampa: “Fieri della nostra passione per la Turris e il giornalismo, di cui non ne abbiamo mai fatto un mestiere; fieri della nostra coscienza pulita; ma purtroppo additati di essere il “male” della Turris in questo delicato momento storico per il calcio cittadino, i sottoscritti, raccogliendo l’invito a fare un passo indietro, non ne fanno uno bensì dieci se questo può servire al bene della Turris, comunicando la sofferta decisione di sospendere, per un periodo di tempo indeterminato, la propria attività giornalistica per le testate che rappresentano.

Nella speranza che la mancata “interposizione” della stampa torrese possa d’ora in avanti favorire Turris-Tifosi-Sciarpa-Stadiotrasparenza, chiarezza e distensione nei rapporti tra la dirigenza della Turris e la tifoseria di Torre del Greco. Doveroso, tuttavia, precisare che ogni eventuale articolo che nell’ultimo periodo possa essere risultato “sgradito” in relazione alle recenti uscite della società, è stato scritto unicamente per tutelare i tifosi e la piazza circa un futuro della Turris a Torre del Greco e non altrove. Con l’augurio della vittoria del campionato in corso, i sottoscritti precisano che quest’atto non ha natura provocatoria né è stato imposto da nessuno e, al contempo, chiedono alla società il ritiro degli accrediti stampa a proprio nome in occasione delle prossime gare casalinghe della Turris.”

Ascione Luigi – Corrispondente di “IL MATTINO”
Ascione Raffaella – Corrispondente del “ROMA”
Giannantonio Nello – TORRESPORT
Liguoro Andrea – TORRESPORT
Piergallino Vincenzo – TUTTOTURRIS
Romano Raffaele – TORRESPORT
Troia Ettore – TORRESPORT
Il Giornale La Torre senza se e senza ma è dalla vostra parte. Siamo molto dispiaciuti dell’accaduto e auspichiamo che ritorniate, al più presto, in “campo”.

Articolo pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 16 aprile 2014