Ieri mattina morto d’infarto un uomo nella Piazzetta torrese. L’ambulanza del 118 chiamata per soccorrerlo è rimasta bloccata per alcuni minuti dal traffico e dalle bancarelle che ingombrano l’area di via Teatro dove le massaie torresi vanno per fare la spesa quotidiana. E, secondo il racconto di alcuni testimoni, per questo motivo, Salvatore Malvino, di 61 anni, è stato trovato ormai senza vita all’arrivo dei soccorsi.
ambulanza-118L’ambulanza, ricevuta la segnalazione, è partita dall’ospedale corallino subito alla volta del cuore antico di Torre del Greco, ma i 10 minuti che ci vogliono per coprire di norma il percorso  si sono trasformati in oltre 30 minuti che, forse, sono stati letali per l’ex dipendente comunale in pensione (ora gestiva un’autorimessa a via Napoli). Nell’attesa del mezzo di soccorso, alcuni presenti, Intuita la gravità della situazione, hanno cercato di fare alcune manovre per farlo riprendere, ma alla fine anche questo tentativo si è rivelato inutile. Una volta sul posto, i paramedici hanno provato a rianimare l’uomo con l’ausilio del defibrillatore, ma non c’è stato nulla da fare. Sul posto anche i carabinieri della caserma di via Circumvallazione. Salvatore Malvino è morto davanti agli occhi pietrificati della figlia incinta. Disperato anche il figlio dell’uomo che, disperato, ha cercato di bloccare che i giornalisti presenti sul posto scattassero foto all’ambulanza del 118 arrivata sul posto. I funerali si terranno nella parrocchia del Carmine.

Questo, comunque non è il primo caso del genere. Infatti, a gennaio il caso di una donna che colta da malore perse i sensi mentre era al mercato della Piazzetta: anche allora viene subito chiamata un’ambulanza del 118 che, però, rimase bloccata a causa sempre delle bancarelle. Dopo alcuni minuti dalla parte di via Falanga che dà su piazza Santa Croce arriva un’ambulanza. Il mezzo però, fatte poche decine di metri, resta “intrappolato” tra le bancarelle. Al personale in servizio non resta che fermare l’ambulanza e proseguire a piedi verso la donna, circondata dai familiari e da una serie di curiosi. La signora, una sessantenne, giunse in ospedale senza vita. L’episodio scatenò l’ira dei figli che, scossi dall’accaduto,  sfogarono la propria rabbia inveendo rabbiosamente contro alcuni vigili urbani che erano stati attirati sul posto dal trambusto.