La manifestazione slitta a febbraio 2010 per motivi organizzativi

(a) Torre del Greco – 18 dicembre 2009: questa era la data prevista per l’inizio della manifestazione “Torre in mostra”. Tale fiera doveva svolgersi presso l’area portuale ed i Molini Marzoli e si sarebbe dovuta protrarre fino al 22 dicembre. Le previsioni erano state fatte in grande: non solo la Campania, ma anche altre regioni dovevano essere coinvolte per rilanciare alcuni settori dell’economia torrese nel periodo delle feste. “Torre in mostra” però è slittata a febbraio per questioni organizzative. Ricordiamo che questa manifestazione è stata pensata sulla scia di “Mercarte”, fiera tenutasi nella suddetta area proprio un anno fa, che ha visto la partecipazione di più di cento espositori e la conseguente valorizzazione della città non solo nel campo dell’artigianato, ma anche in ambito artistico e folkloristico.
L’organizzazione di quest’anno è risultata però fallace: l’assessore Domenico Maida ci ha spiegato che le difficoltà si sono presentate perché era stata prevista, per la fiera, una tendostruttura in sostituzione dei gazebo di “Mercarte”, che potevano non essere indicati in caso di maltempo. Purtroppo l’iniziativa richiedeva una gara d’assegnazione di 40 giorni, togliendo tempo prezioso per una soddisfacente pubblicità all’evento, che sarebbe stata possibile solo due giorni prima di quest’ultimo. La causa di tutto sarebbe la sostituzione dell’assessore Ciro Attaianese al bilancio, proprio ciò infatti avrebbe portato rallentamenti all’intero progetto con il suo conseguente slittamento. Al suo posto è stato organizzato, in collaborazione con l’Ascom, “Natale in vetrina”: una serie di eventi ed intrattenimenti per il pubblico, concentrati soprattutto nei finesettimana dell’intero periodo natalizio e localizzati nelle zone dell’isola pedonale.
Si spera tuttavia che la campagna pubblicitaria che sarà organizzata a febbraio per il rilancio di “Torre in mostra” possa dare comunque il rilievo necessario alla manifestazione, anche avendo perso l’occasione propizia delle feste natalizie.

Sara Borriello

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 2 dicembre 2009