E’ stato energico l’operato dell’opposizione in consiglio comunale ma la maggioranza decide" contro gli onesti cittadini"

(a) per gli abbonati o in edicola – Torre del Greco – Il Consiglio Comunale, la massima assise dell’amministrazione cittadina, viene convocato d’urgenza alle ore 20 di venerdì 29 maggio 2009, in prima convocazione, per discutere sull’A/115 – Deliberazione di G.M. n.302 dl 27/5/2009 avente ad oggetto:"Approvazione del Regolamento per la definizione agevolata dei tributi locali"- Proposta al Consiglio.
Per esser più chiari ed esplici verso i nostri elettori, si vuole fare uno sconto del 50% per i tributi non versati negli ultimi 5 anni a tutti i furbetti che hanno evaso ed eluso la TARSU e l’ICI.
Un’opposizione forte e concreta, in modo particolare spiccano i commenti di Massimo Meo, Vittorio Cuciniello, Angelo Nocerino, Michele Farinaro e Vittorio Guarino, sottolinea che tale delibera rappresenta una trovata pubblicitaria ai danni di chi realmente ha sempre pagato le tasse. In pratica, una sanatoria dal sapore elettorale. I suddetti evidenziano che i dati stranamente sono in possesso solo ed esclusivo del Sindaco Ciro Borriello e che non sono stati portati all’attenzione dell’opposizione al punto che si arriva, durante l’assise, perfino a fare dichiarazioni che rasentano la querela.
In quello scenario, si assiste ad una maggioranza in evidente difficoltà, dove il Presidente della Commissione Girardi oltre ad aver presentato la delibera chiede anche il dilazionamento di tale somma. Come al solito a difendere l’operato del primo cittadino in carica, Ciro Borriello, e di tutta la maggioranza è il consigliere Luigi Russo – difesa aggressiva, la sua, ma che riteniamo dai contenuti striminziti.
Ma c’è di più: la cosa più grave è che si è appreso dal Sindaco che ad evadere od eludere i tributi ci sono personalità di spicco torresi, persone benestanti della società locale. Pertanto con questo provvedimento non si vogliono aiutare le persone e/o le aziende in difficoltà o le classi deboli, ma la grande maggioranza degli evasori-elusori, le aziende sane e le persone facoltose.
Cosa ancor più grave è che ci sono persone, e sono tante, che hanno eluso: in poche parole chi possedeva una casa di un tot di mq ne ha dichiarati di meno, in pieno sfregio a chi, nel pieno senso civico, rispetta le regole.
Altri dubbi sollevati dall’opposizione riguardano la legittimità della procedura e la tempistica del provvedimento. Comunque, il Sindaco Ciro Borriello e la maggioranza hanno deliberato a favore dei “furbi”, che possono mettersi in regola ed usufruire dello sconto del 50% senza multa auto denunciandosi entro 90gg dall’approvazione della delibera.

Antonio Civitillo

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea de La Torre 1905 in edicola il 10 giugno 2009