Torresi non premiati per il loro impegno nel differenziare i rifiuti

(a) per gli abbonati o in edicola – Torre del Greco – Dopo essere stata esclusa da diversi finanziamenti provinciali, Torre del Greco appare sempre più insensibile al problema dell’ambiente.
Per capire quanta colpa vada attribuita alla negligenza delle istituzioni e quanta alla noncuranza dei cittadini ci siamo rivolti all’Assessore alla Nettezza Urbana, Raffaele La Pietra; egli ci ha subito spiegato che buona parte dei premi non sono stati ottenuti perché la loro assegnazione si riferisce a dati del 2008, Torre non sarebbe quindi stata competitiva visto che la raccolta è iniziata solamente nel mese di giugno dell’anno stesso. Inoltre i dati esaminati risulterebbero anche sfalsati, perché fino a metà ottobre 2008 L’ORR (Osservatorio Regionale Rifiuti) e L’OPR (Osservatorio Provinciale Rifiuti) lavoravano su due modelli di trasmissione telematica diversi.
Nel frattempo la nostra amministrazione pare non stia a guardare. Verrà sperimentato da giugno, nella “zona mare” (S. Giuseppe alle paludi, Via Fontana, Cesare Battisti), un sistema che evita al cittadino di depositare i rifiuti ai bordi dei marciapiedi; nell’area, infatti, saranno installate quattro vasche per la raccolta dei rifiuti.
Secondo le statistiche CONAI Torre del Greco ha chiuso il 2008 riciclando il 20,67% dei rifiuti; l’Assessore La Pietra ha affermato che la percentuale odierna si aggira attorno al 32% (più o meno la stessa che ci riferì Antonio Borriello a fine gennaio). I dati riferitici dall’Assessore, che agli occhi dei malpensanti o dei pragmatici possono apparire come poco veritieri, attendono comunque riprova nei fatti.

Fabio Cirillo

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea de La Torre 1905 in edicola il 27 maggio 2009