Anziano cade, traffico paralizzato. Pensionato cade a causa dei lavori stradali in via Circumvallazione. Ormai è scena comune vedere persone che salgono e scendono da marciapiedi in fase di rifacimento o gente che percorre le strade a zigzag per non inciampare in pietre o finire in buche presenti per le vie del centro storico interessato da un restyling totale.
IL FATTO. Erano da poco trascorse le nove di domenica mattina quando un anziano, in via Circumvallazione, all’altezza della scuola media Nazario Sauro, mentre passeggiava lungo la zona interessata da lavori per la sistemazione delle condutture idriche è inciampato perdendo l’equilibrio e finendo Via-Colamarino-lavori-2014rovinosamente a terra. Alle grida di dolore di questi, subito si è formato un capannello di persone che hanno cercato di soccorrere l’anziano, chiamando, poi, il 118 per il trasporto in ospedale. Sul posto anche gli uomini della polizia municipale che hanno fatto i primi rilievi e hanno regolato il flusso dei curiosi. L’uomo vittima della caduta è stato trasportato al pronto soccorso del nosocomio torrese dove gli sono stati prestati i primi soccorsi, dalle prime indiscrezioni non dovrebbe trattarsi di nulla di serio per l’uomo, ma solo di tanta paura.
I RESIDENTI. “I lavori di riqualificazione, di alcune, arterie cittadine sono quasi ultimati e posso constatare che il progetto relativo è stato ottimo ma la sua realizzazione incompleta e insufficiente – spiega un residente -. Mi riferisco segnatamente, alla pavimentazione di c.so Avezzana e via Roma ove noto in più parti l’assenza di listoni in pietra lavica per la copertura, creando avvallamenti pericolosi, specie per gli anziani”. Già in passato i lavori di restyling avevano creato malumori: commercianti, residenti, forze politiche d’opposizione hanno denunciato più volte “l’impazzire del traffico cittadino dovuto alla con temporanea apertura di tanti cantieri che hanno interessato tutte le strade del centro storico e le arterie limitrofe; il collasso della categoria dei commercianti che negli ultimi mesi hanno registrato enormi cali delle vendite; l’inesistenza di una programmazione seria di un piano parcheggi e di videosorveglianza; la mancanza di sicurezza sui cantieri interessati dai lavori e soprattutto sui tratti di strada già aperti al traffico veicolare e pedonale, sono visibili a occhio nudo le numerose buche non ultimate dalla pavimentazione realizzata e che ogni giorno sono delle trappole per anziani, giovani e disabili”. Ora tutti sperano in una veloce conclusione delle opere o, almeno, in una messa in sicurezza dei vari cantieri presenti in città, onde evitare altri incidenti ad anziani e non.
Alan