Cedimento frutto dell’incuria

(a) Torre del Greco – Ancora transenne. Per il nostro litorale pare non esserci più pace. Nei giorni scorsi infatti, nella zona dell’ex Lido La Conchiglia è andato in frantumi un muro di oltre 30 metri. Pochi giorni prima invece, era toccato al muro di contenimento nei pressi del Lido Rex. Questi cedimenti fanno sorgere numerosi dubbi rispetto ad un litorale che viene puntualmente “rappezzato” ogni estate, per poi venire completamente dimenticato dalla nostra Amministrazione per tutto l’arco dell’anno. Basti pensare che il muro che è crollato era stato ricostruito appena prima della stagione estiva, dopo un tira e molla durato più di un anno tra Comune e Provincia. Negli scorsi giorni finalmente il Consiglio Provinciale di Napoli ha approvato un finanziamento di 1 milione e 200mila euro per consentire la realizzazione di una scogliera a protezione della Litoranea per evitare danni come quelli verificatisi lo scorso anno. Un intervento atteso ormai da tempo e che probabilmente  avrebbe evitato gli ultimi cedimenti, frutto dell’incuria e della cattiva amministrazione della nostra classe dirigente, la quale interviene (male) solo quando la situazione precipita. O, come in questo caso, crolla.
Angelo Confuorto
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 15 dicembre 2010

Articoli Correlati:

<a target=_parent" href="https://www.latorre1905.it/home/leggiNotizia.asp?ID=3980">Torre città mortificata dalla mala-politica</a>