Il primo cittadino vuole ampliare il sito di stoccaggio di Villa Inglese, ma si attendono le autorizzazioni
Da domani la “Multiservizi” di Arzano proseguirà il servizio di raccolta rifiuti in città. Un provvedimento indispensabile per far fronte alla crisi che nell’ultimo periodo si è riproposta con veemenza a Torre del Greco. Immondizia-Rifiuti-SacchettiIn attesa del passaggio di consegne – che dovrebbe vedere il consorzio di bacino “Cosmarina 4” occuparsi della nettezza urbana in città – spetterà alla ditta napoletana, in sinergia con la “Gesenu”, società con sede a Perugia, provvedere alla rimozione dei cumuli di rifiuti che ingombrano strade e marciapiedi cittadini. E, per riportare alla normalità la situazione igienico e sanitaria, sembra che l’amministrazione si sia già mossa per fornire autocompattatori e ulteriori mezzi di proprietà comunale.

Una situazione insostenibile che riapre tra l’altro il problema relativo alla necessità di ulteriori siti di stoccaggio. A tal proposito, il sindaco Ciro Borriello ha incontrato in mattinata il Prefetto di Napoli Alessandro Pansa per illustrare l’emergenza rifiuti che imperversa in città. Un faccia a faccia in cui il primo cittadino non ha esitato nel chiedere al Prefetto del capoluogo campano un “ampliamento” del sito di stoccaggio di Villa Inglese. Una richiesta sulla quale dovranno però esprimersi Asl e Arpac che, prima di procedere al rilascio di tutte le autorizzazioni utili per aumentare la capienza del sito in cui viene sversata l’immondizia, dovranno constatare l’effettiva fattibilità dell’ampliamento della discarica contro eventuali rischi igienico – sanitari.
Rimane sempre in auge l’idea di creare apposite isole ecologiche, aree recintate e presidiate dove i cittadini possono depositare gratuitamente tutti i tipi di rifiuti in modo differenziato: un progetto lanciato a gran voce dal sindaco Ciro Borriello, e per il quale il primo cittadino pare stia facendo una forte pressione, soprattutto per le isole di via Montagnelle e di Villa Guerra.
niar