San Giorgio a Cremano – “Cari concittadini, nelle scorse ore l’Asl Napoli 3 ha terminato di contattare le persone che avevano avuto rapporti diretti o indiretti con la docente risultata positiva al Covid19 e nessuno di questi ha sintomi tali da sospettare una infezione da coronavirus. Al momento l’Asl sta verificando le condizioni di alcuni concittadini che sono entrati recentemente in contatto con la persona di San Sebastiano al Vesuvio risultata positiva e questo dovrebbe far comprendere il grande lavoro che le istituzioni stanno svolgendo per contenere l’epidemia.

Ognuno di noi deve fare la propria parte, restando a casa quanto più possibile e scendere solo per i motivi strettamente necessari previsti dal Dpcm e ordinanza del Presidente Vincenzo De Luca. Tra ieri e oggi la nostra polizia municipale, a cui vanno i miei ringraziamenti, ha effettuato più di 130 controlli denunciando 14 persone che dovranno inoltre restare 14 giorni a casa in quarantena.

Tra tante brutte notizie c’è anche del buono: venerdì 90 sangiorgesi hanno donato il sangue. Chi non lo avesse fatto, potrà trovare la postazione dell’Avis martedì dalle ore 8:30 alle 17:30 in Piazza Troisi. Sono certo che la nostra comunità, sempre attenta e solidale, dimostrerà il suo grande cuore e chiarisco che la donazione è considerato motivo di necessità per scendere di casa”. Conclude il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno.

https://www.facebook.com/Zinnosindaco/videos/644032286372960/