02Gli uffici di Equitalia in via Sedivola resteranno aperti solo due giorni a settimana: l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello muove le proprie rimostranze ai vertici regionali della società. Da oggi e in via sperimentale per un tempo di almeno sei mesi, gli sportelli posti a ridosso di piazza Martiri d’Africa saranno fruibili al pubblico solo i martedì e i giovedì. Una scelta, ufficializzata dalla società che si equitalia_occupa della riscossione dei tributi con una serie di locandine poste negli spazi di pertinenze della sede di Torre del Greco, che non è stata ufficialmente comunicata all’ente di palazzo Baronale: “Siamo venuti a conoscenza – afferma l’assessore con delega al Bilancio, Salvatore Quirino – della nuova situazione solo a cose fatte. Una decisione unilaterale presa da Equitalia, che forse ha perso di vista la sua funzione principale, che è quella di garantire un servizio agli utenti, decisione che inevitabilmente arrecherà disagi a un’utenza potenziale di circa 300mila cittadini e che in particolare ricadranno sulla popolazione anziana, poco avvezza all’utilizzo di internet, che si vedrà costretta a trasferte a Napoli o Castellammare per chiedere anche solo semplici informazioni”.
Per questo motivo oggi, giovedì 1 ottobre, su invito del sindaco Ciro Borriello, l’assessore Quirino e il dirigente al ramo, Massimiliano Palumbo, si sono recati presso la sede napoletana di Equitalia, in via Bracco, dove hanno incontrato il direttore regionale di Equitalia Sud, Carlo Migliolli, e il suo vice Vincenzo Catania. “Al direttore – prosegue l’esponente della giunta di Torre del Greco – abbiamo manifestato tutte le nostre perplessità per la decisione presa e al contempo evidenziato l’amarezza per la mancata comunicazione. Dall’altro lato abbiamo trovato una direzione che ci ha sottolineato come l’intenzione iniziale fosse, come avvenuto in precedenza per Sorrento e Pomigliano d’Arco, di chiudere la sede di via Sedivola, e che invece poi è prevalsa l’idea di limitare le aperture a due soli giorni per fare una valutazione più completa fra circa un anno. Abbiamo allora informato Carlo Mignolli dell’intenzione dell’amministrazione di scrivere nei prossimi giorni una lettera con la quale verrà chiesto che i giorni di apertura passino da due ad almeno tre, anche solo per gli sportelli dedicati ai rateizzi e alle informazioni, per limitare i disagi dell’utenza”.
“Comprendiamo – conclude l’assessore Salvatore Quirino – le motivazioni di natura economica che sono alla base del ridimensionamento nell’apertura degli sportelli, motivazioni che sono abbinate alla speranza che vadano sempre più ad estendersi i servizi on-line. Ma al contempo chiediamo ai vertici regionali di Equitalia Sud di comprendere le esigenze di una città di quasi novantamila abitanti e quelle dei cittadini delle città a noi vicine, facilitati ad usufruire degli sportelli di via Sedivola anche dalla vicinanza con la stazione centrale della Circumvesuviana”.