Spending review, chiusura plessi scolastici di Villa Capano e Parco Merola: sollecito e proposta da parte del capogruppo del Pd a Palazzo Baronale, Loredana Raia.
“Facendo seguito alla precedente lettera del 10 ottobre scorso, la sottoscritta, capogruppo del Pd – scrive Bambini-ScuolaLoredana Raia nella missiva indirizzata al sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello – , chiede, anche alla luce della già avviata procedura d’iscrizione per l’anno scolastico 2015-16, di conoscere quale provvedimento hanno deciso di adottare come soluzione alternativa per gli alunni dei plessi scolastici di Villa Capano e Parco Merola, che, come disposto, chiuderanno, definitivamente, al termine dell’anno scolastico in corso”. “Sono ormai trascorsi troppi mesi – continua Loredana Raia – ed i genitori dei circa 150 alunni, tra scuola dell’infanzia e primaria attendono di conoscere, con comprensibile apprensione, dove saranno ospitati i propri figli per il prossimo anno scolastico”. E ancora: “In difficoltà a scegliere, inoltre, si trovano i genitori dei bambini che devono iscriversi alle prime classi della scuola dell’infanzia e primaria. Non è da trascurare che in questa vicenda ci sono circa 25 unità tra personale docente e non docente che meritano di conoscere per tempo quale sarà la propria “sorte lavorativa””.
Ma non è tutto. “Nel ricordare – aggiunge il capogruppo del Pd – che il 5 dicembre scorso ebbi a sollecitare ulteriormente sulla necessità di individuare un unico immobile per l’assegnazione temporanea della platea scolastica del plesso di Corso Vittorio Emanuele dell’Istituto Comprensivo De Nicola-Sasso, oggetto di importanti lavori di ampliamento e riqualificazione e, che, la soluzione è stata individuata nell’assegnazione dei locali dell’ex Pretura in Viale della Giustizia, i quali, per ricevere “l’idoneità” ad ospitare una scuola, sono stati interessati da lavori di adeguamento per una spesa superiore a 50mila euro, la sottoscritta – ed ecco la proposta di Loredana Raia – chiede di poter utilizzare gli stessi locali per ospitare gli alunni di Villa Capano e Parco Merola a partire dal prossimo anno scolastico”. Con questa soluzione – chiosa – si darebbe finalmente una risposta concreta alle famiglie ed agli operatori scolastici che attendono, invano, da mesi e non si vanificherebbe una spesa tutt’altro che irrisoria sostenuta dall’ente”. Poi: “La struttura potrebbe, per dimensione, essere anche idonea per ospitare, e sarebbe il caso di non rinviare più tale questione, il “tanto agognato” asilo nido, che in un primo momento, su provvedimento dell’Amministrazione precedente, fu individuato, nei locali del piano terra di Palazzo La Salle; successivamente l’attuale giunta comunale, poco dopo il suo insediamento, revocò lo stesso, con il risultato che, ad oggi, non c’è ancora una destinazione certa del realizzando asilo nido”, ha così concluso il capogruppo del Pd, Loredana Raia.