Con l’arrivo dell’estate scattano i sistemi di sicurezza nelle acque

Con l’inizio della stagione estiva, gli uomini della Capitaneria di Porto di Torre del Greco comandati dal C.F. (CP) Giuseppe TROINA, avvieranno, il programma “Operazione Mare Sicuro 2007” disposto dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.
Scopo di tale operazione è quella di assicurare alla collettività, mediante l’impiego del battello veloce G.C. 189 comandato da personale militare, munito di apposito brevetto di salvamento, in sinergia con altri mezzi in dotazione, la salvaguardia della vita umana in mare attraverso un servizio attivo, costante e pianificato, di vigilanza e controllo lungo il litorale di giurisdizione. Particolare interesse sarà indirizzato presso zone di maggiore fruizione da parte dell’utenza balneare, come la Litoranea del Comune di Torre del Greco, Località “La Scala” del Comune di Ercolano e zone prospicienti il Comune di Portici.
Massima severità sarà applicata nei confronti di chi adotta comportamenti pericolosi ed illeciti che tanto spesso causano incidenti con gravi conseguenze.
Nel corso degli anni, il programma “Operazione Mare Sicuro” realizzato dai militari appartenenti al Corpo delle Capitanerie di Porto, ha riscosso notevole successo, fornendo all’utenza balneare e diportistica un valido e qualificato contributo.

La Capitaneria di Porto di Torre del Greco invita la pubblica utenza a seguire le norme di sicurezza indicate nell’ordinanza balneare (affissa presso gli stabilimenti balneari o albo comunale oppure consultando il sito www.guardiacostiera.it) e di contattare il numero telefonico gratuito 1530 in caso di emergenza in mare (assistenza/soccorso).

Si vuole informare l’utenza balneare che l’art. 251 lett. e) della legge finanziaria 2007, ha introdotto l’obbligo per i titolari di stabilimenti balneari sulle aree assentite in concessione, di consentire il libero, gratuito accesso e transito per il raggiungimento della battigia evitando forme di occupazione momentanee od occasionale dell’area di battigia, anche mediante la posa di lettini, sdraio, ombrelloni od altri oggetti strumentali di balneazione.
Inoltre, si consiglia ai diportisti di osservare le seguenti regole per una navigazione più sicura:
– assicurarsi di avere il carburante sufficiente per l’andata e ritorno, considerando eventuali imprevisti, sempre possibili in mare;
– controllare le dotazioni di sicurezza in relazione alla navigazione che si vuole effettivamente svolgere e il numero di persone a bordo;
– verificare lo stato di carica delle batterie, se esistenti a bordo, ed il funzionamento dell’eventuale radiotelefono;
– arieggiare il vano motore prima di mettere in moto;
– consultare il bollettino meteo marine;
– fare attenzione ai galleggianti dei subacquei (bandiera rossa con striscia diagonale bianca) moderando la velocità e navigando a più di 100 metri di distanza;
– rispettare i limiti di velocità (10 nodi) entro i 500 metri dalle coste rocciose o i 1000 metri dalle spiagge;
– spegnere il motore e usare i remi nella fascia dei 300 metri dalla spiaggia o in specchi acquei in cui vi sono bagnanti.