Mondo – La gelosia è donna.

Uno studio condotto da Sotomo per il Sunrise ha confermato un dato, o meglio un detto, antico come il mondo: la curiosità, intesa come gelosia, è donna.

Infatti, nel tentativo di ricerca dell’infedeltà, è emerso che a buttare l’occhio negli smartphone del partner sono maggiormente le donne. Seguono poi, i genitori e gli amici e le amiche curiosone.

Lo studio ha interessato quasi 3000 persone, di età compresa tra i 25 ed i 30 anni. Tra questi, il 28 per cento dei curiosi apparteneva al gentil sesso, mentre soltanto il 13 per cento era di categoria maschile. Tra le motivazioni dello sbirciare l’altrui telefono: trovare prova di tradimenti ed infedeltà.

In molti casi, è emerso dagli intervistati, la tanto auspicata prova è arrivata, mentre in altri no.
Meno assediati sono risultati i tablet, mentre i più gettonati sono telefoni smartphone.