Portici – Cuomo spiega il mistero della foto con Maradona. Di seguito il testo integrale del suo post su Facebook.

“Il Mistero della Foto con Maradona….”un caso”…..risolto?

Sono da sempre tifosissimo di calcio e del NAPOLI, tanto che nel 1986 decisi di trascorrere una parte delle vacanze a Lodrone il Napoli era in ritiro.Ci andai insieme a un Amico e con i mezzi tecnici dell’epoca, macchina fotografica con rullino, scattammo foto con tutti i calciatori del Napoli, Maradona compreso.

Parliamo di 35 anni fa, una vita!

Nel corso di questi anni, dopo diversi traslochi, non ho più trovato la foto con Maradona.

Dopo la sua morte, avevo chiesto all’Amico con cui avevamo fatto le foto a Lodrone, compresa quella con Maradona, di verificare con il fotografo che all’epoca sviluppò e stampò le foto, se potesse cercare il negativo di quella foto sebbene fossero passati 35 anni!

Qualche giorno prima dell’Epifania questo Amico mi manda per whatsapp la foto che ho pubblicato e che ha provocato tanto rumore… Confesso di non avere minimamente pensato che potesse essere un fotomontaggio, sia perché sono assolutamente ignorante in materia e sia perché la foto con Maradona fu effettivamente scattata.

Ho certamente commesso un errore pubblicando un fotomontaggio ma la buona fede e l’involontarietà sono palesate dall’aver io stesso pubblicato una foto con un altro calciatore (Andrea Carnevale) scattata nello stesso posto e nello stesso periodo, dalla quale gli esperti hanno poi rilevato che sia stato realizzato il fotomontaggio. D’altronde se non fossi stato in buona fede nel commettere l’errore non avrei nemmeno pubblicato la foto con Andrea Carnevale che era stata utilizzata, a quanto pare, per il fotomontaggio.

Alcune considerazioni su questa vicenda… Inizio con le mie scuse agli esperti di fotomontaggi che, in un giorno festivo, hanno dedicato un po’ del loro prezioso tempo a valutazioni peritali sulla foto da me pubblicata su una pagina social a corredo di un post.

Il clima di odio e rancore sociale con commenti di gente frustrata e arrabbiata, la stessa che mi ha rivolto insulti di ogni tipo mi ha sorpreso non poco, non pensavo che si potesse giungere ad un tale livello di linciaggio mediatico per un banale errore. Una nota a parte la merita poi un imbecille che ha trovato il modo per invocare una eruzione del Vesuvio per manifestare le Sue smanie razziste e discriminatorie, tutto questo per un fotomontaggio pubblicato, di cui non mi ero manco accorto!! Mi ha invece divertito l’esilarante satira con centinaia di vignette che mi hanno scherzosamente dedicato, sfottendomi, come era giusto che fosse dopo la mia palese gaffe e che pubblico nei commenti sotto questo post.

Un pensiero di gratitudine va invece al mio Amico che ha cercato di regalarmi un ricordo affidando l’originale di quella foto allo stesso fotografo che le sviluppò e stampò all’epoca che, non ritrovando il negativo, ha pensato di risolvere con un fotomontaggio.

Quella foto fu scattata ed io e il Mio Amico eravamo sui lati con Maradona posizionato al centro, successivamente, purtroppo ,quella foto fu tagliata nella parte in cui c’ero io: il taglio a quanto pare fu operato dallo stesso fotografo per realizzare un ingrandimento focalizzato sul mio Amico e MARADONA.

La foto, mozzata senza di me, mi è stata consegnata e si vede un lembo del mio braccio destro con una maglietta che indosso in una foto, ORIGINALE E NON PEZZOTTO, scattata nello stesso luogo e periodo con un altro calciatore del Napoli LUIGI CAFFARELLI.

Quel fotomontaggio di cui non mi ero minimamente accorto mi ha regalato un ricordo dolcissimo legato alla mia gioventù, all’epoca avevo 22 anni, e mi ha fatto comportare come un bambino a cui era stato regalato un dono che aspettava e che finalmente aveva avuto.

Pubblico le foto per scusarmi e perché la domenica è un giorno di festa e stando sui social potete “pariare” un altro po’…”