Torre del Greco – Una bimba di 8 anni affetta da un disturbo del linguaggio viene esclusa dal campo estivo della parrocchia di Santa Croce.

La piccola ha perso il papà quando aveva 2 anni e poco dopo ha manifestato difficoltà nel linguaggio. Per questa problematica è seguita da logopedisti sia a Torre del Greco che a Roma, all’ospedale pediatrico Bambino Gesù. Per avere un miglioramento della sua situazione clinica, quest’ultimi hanno suggerito di aumentare i contatti con altri bambini. Di qui la decisione di iscrivere la bambina al campo estivo della basilica di Santa Croce. Ma prima di fare ciò, hanno dovuto avvisare parroco e responsabili dell’oratorio sulla situazione della piccola, i quali, inizialmente, non avevano espresso riserve in merito.

Ma dopo due giorni la storia cambia. La mamma della piccina viene convocata dal parroco per chiedere l’obbligo della presenza di un familiare durante le ore del campo estivo, vista l’inesperienza degli operatori. Alle difficoltà di presenziare da parte della madre, il parroco ha comunicato che sarebbe stato impossibile per la piccola proseguire e, per questo, le ha restituito la quota d’iscrizione.

Ovviamente alla decisione presa dal parroco è seguita l’amarezza da parte di familiari ed amici, e proprio uno di questi e colui che ha sollevato il caso Vincenzo Mazner detto Talano (nella foto), ha voluto lasciare una testimonianza al nostro giornale: “La Chiesa e i suoi Ministri dovrebbero predicare e mettere in pratica il sentimento dell’accoglienza, invece, da parte del parroco di Santa Croce, don Giosuè, arrivano segnali opposti. Anche in altre circostanze il parroco ha avuto comportamenti non in linea con gli insegnamenti della Chiesa: ha predicato bene e razzolato male e, inoltre, spesso ha mostrato poca umiltà”. Lo stesso Talano ha avuto anche uno confronto acceso con il prete sull’argomento prima di rivolgersi alla nostra testata e conclude affermando: “E’ un episodio grave e non può passare inosservato”.

La conclusione per la piccola è stata quella di iscriverla ad un altro campo estivo, ma la delusione negli occhi della madre verso la sua parrocchia di riferimento è tanta.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono