sancataldese-turris_2016Torre del Greco – La Turris conquista sull’ostico campo di San Cataldo la terza vittoria consecutiva ed in classifica resta al terzo posto, a cinque punti di distacco dall’inarrestabile Igea Virtus. Tre punti fondamentali, quelli conquistati in Sicilia dagli uomini di Baratto, che consentono di allungare quel filotto di vittorie necessario per rincorrere la capolista Igea, o quantomeno per non perdere contatto con la vetta. Una vittoria che potrà rivelarsi fondamentale anche in chiave mercato (apertura il 1 dicembre), dove adesso la società potrà puntellare con rinnovato entusiasmo ed ambizioni un organico che necessita di qualche rinforzo se si vuole arrivare fino in fondo. Qualche movimento, in tal senso, sembra già esserci stato: non rientra più nei piani della società il centrocampista Palumbo, deludente nelle sue apparizioni in maglia corallina. Stessa sorte potrebbe toccare a Sperandeo, non convocato nella trasferta di San Cataldo. In entrata, dunque, la priorità sarà un esterno di centrocampo: in prova c’è l’ex Padova Gallozzi, nel cui curriculum compaiono presenze in serie B e Lega Pro, ma per il quale si farà un’attenta valutazione per le condizioni fisiche non ottimali. Ed il centrocampo potrebbe non essere l’unico reparto in cui si registreranno novità. Nel frattempo Baratto non rinunciava al suo 4-4-2, con la novità di Salvatore terzino destro ed il conseguente avanzamento di Barbiero come laterale di centrocampo. Buono l’approccio alla gara dei corallini, che prendevano in mano il pallino del gioco. La prima occasione della gara la creava Picci, al 22’, il cui tiro dalla distanza veniva deviato in angolo con difficoltà da Dolenti. Il San Cataldo rispondeva e si faceva vedere con un tocco pericoloso di De Marco sotto porta, sugli sviluppi di una punizione. Al 36’, ancora Turris pericolosa: cross rasoterra di Barbiero, ma né Evacuo (di testa) né Picci (in spaccata) trovavano il tocco vincente sotto porta. Meglio i siciliani ad inizio ripresa, ma poi i corallini riconquistavano le redini del gioco e all’8’ si rendevano pericolosi con Evacuo, il cui tiro finiva sull’esterno della rete. Baratto inseriva Varriale per un opaco Evacuo e Schettino per Salvatore: la mossa risultava vincente. La Turris avanzava il baricentro e ci provava prima con De Gol (di testa), poi con le conclusioni di Varriale e Picci, ma senza fortuna. Il gol arrivava al 20’: la punizione di Di Girolamo colpiva la traversa, la sfera finiva sui piedi di Schettino che faceva uno a zero con un tiro angolato. I padroni di casa reagivano ed avevano l’occasione di pareggiare al 30’, quando Bello colpiva il palo con un pericolosissimo tiro dalla lunga distanza. Baratto si copriva inserendo Imparato per Picci e cercava di chiuderla in contropiede. Proprio quello che capitava al terzo ed ultimo dei tre minuti di recupero, quando Varriale siglava il due a zero con un bel tiro a giro. Ancora applausi dai supporters corallini (circa sessanta) ed ancora silenzio stampa in casa Turris. Se la ricetta è questa…
Andrea Liguoro
ph AP Turris Calcio

RISULTATI 13° GIORNATA – SERIE D, GIRONE I
AVERSA NORMANNA – SICULA LEONZIO 0-3
CAVESE – GELA 1-2
GLADIATOR – CASTROVILLARI 2-2
IGEA VIRTUS – GRAGNANO 2-0
PALMESE – DUE TORRI 2-3
RENDE – POMIGLIANO 2-1
SANCATALDESE – TURRIS 0-2
SARNESE – ROCCELLA 0-1
SERSALE – FRATTESE 0-0

LA CLASSIFICA
IGEA VIRTUS 30
CAVESE 26
TURRIS 25
GELA 25
SICULA LEONZIO 24
RENDE 23
POMIGLIANO 21
GLADIATOR 21
PALMESE 19
FRATTESE 18
SANCATALDESE 16
GRAGNANO 14
AVERSA 13
SARNESE 12
ROCCELLA 12
DUE TORRI 9
CASTROVILLARI 5
SERSALE 4