Protagonisti di molti piatti autunnali i funghi rappresentano senza alcun dubbio un’ottima scelta nutrizionale. Tante le varietà utilizzate in cucina: porcini, chiodini, prataioli, champignons sono tra le più richieste ed apprezzate. Ricchi di preziosi minerali sono alleati della nostra salute ma facciamo attenzione, i funghi, infatti, non sono adatti a tutti: vediamo assieme le principali proprietà e controindicazioni di questo ortaggio.

Buon contenuto in selenio: ottimo per la salute di ossa, unghie e capelli, per rinforzare il sistema immunitario e per contrastare l’invecchiamento causato dai radicali liberi.
Alleati per la perdita di peso, la riduzione del colesterolo LDL e il controllo della glicemia: possono essere inseriti senza problema all’interno di un regime ipocalorico anche in soggetti diabetici e con dislipidemie in quanto ricchi di acqua e di proteine, alto potere saziante e buon apporto di fibra.
Contrastano l’anemia: non solo per l’apporto di ferro ma anche per il contenuto in rame, minerale che stimola l’assorbimento di ferro.

Aiutano a regolare la pressione sanguigna: grazie alla presenza di potassio che agisce come vasodilatatore agendo sui vasi sanguigni e di conseguenza abbassando la pressione.
Controindicazioni: ne sconsiglio il consumo a chi ha problemi di digestione, a chi soffre di gotta, di calcoli renali e ai bambini di età inferiore di 12 anni. È opportuno inoltre ricordare che i funghi presentano discrete quantità di nichel quindi chi è allergico dovrebbe fare attenzione a possibili reazioni avverse.

Dottoressa Elisabetta Casciello Biologa Nutrizionista
Cell: 3713549027
Facebook: Biologa Nutrizionista Dott.ssa Elisabetta Casciello
Instagram: una.nutrizionista.ai.fornelli




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono