Nubi all’orizzonte su palazzo baronale. Il sindaco Ciro Borriello, in merito variazione di bilancio da 35 milioni che verrà discussa al prossimo Consiglio Comunale, si è visto costretto a scrivere direttamente ai consiglieri di maggioranza richiamandoli alle proprie responsabilità e a diramare un comunicato stampa che di seguito viene riportato:

Completamento degli interventi legati ai progetti del programma Più Europa, parcheggio sotterraneo nella zona di via Comizi, realizzazione della prima parte della bretella autostradale fino a via Lamaria, lavori di riqualificazione dell’ex mercato ortofrutticolo, rifacimento dell’asfalto e realizzazione dell’arredo urbano in buona parte della città. Sono queste le opere finanziate a Torre del Greco grazie alla variazione di bilancio da 35 milioni di euro approvata questa mattina, martedì 24 novembre, dalla giunta guidata dal sindaco Ciro Borriello.
Ciro-Borriello-ImbronciatoUna variazione di bilancio che, stando alle intenzioni del primo cittadino, potrebbe essere già portata in consiglio comunale nella seduta in programma venerdì 27 novembre. “Un lavoro certosino – afferma il sindaco – e per il quale ringrazio l’intera giunta e il gruppo di dirigenti e funzionari che hanno operato per questa importante delibera, che permette di utilizzare fondi derivanti dall’avanzo di amministrazione e che, impegnati entro l’anno in corso, ‘libereranno’ risorse da poter utilizzare fino al 31 dicembre 2016”.
Tante le opere finanziate: “Difficile trovare un progetto più importante rispetto agli altri – tiene a precisare il primo cittadino – di certo ogni parte della città trarrà positivi benefici dagli interventi programmati”. Il sindaco ha informato dell’avvenuta approvazione in giunta i consiglieri comunali di maggioranza. Messaggi comuni nei quali non sono mancate evidenti riferimenti ai fatti che negli ultimi giorni hanno prodotto nuove frizioni. “Si stanno facendo – le parole usate da Borriello – ostruzionismo e prese di posizioni per la solita visibilità politica. È responsabilità morale, etica e politica di ognuno di noi non far perdere alla città quest’unica e irripetibile occasione. Ognuno di voi si interroghi su quale è il suo ruolo e per quale motivo si è candidato e decida di conseguenza”.