“A pochissimi giorni di distanza dal nostro incontro in Regione con il vice presidente con delega all’ambiente ed all’urbanistica Fulvio Bonavitacola ci hanno informato che il direttore generale dell’ente, Michele Palmieri, ha già firmato il provvedimento sui depuratori, sbloccando di fatto quella che era una situazione in stallo da diversi mesi”.
Carlo-Ceglia-CS-mare_nostrum-2015Esprimono grande soddisfazione Carlo Ceglia e Giovanni Russo della Cooperativa “Mare Nostrum” che, solo il 10 novembre, furono ricevuti dal numero due di Palazzo Santa Lucia. “Con questa firma sono state sbloccate le procedure per i due depuratori che sono nella nostra città. Finalmente funzioneranno ed i reflui saranno trattati prima di raggiungere le acque del nostro Golfo” dichiarano i vertici della Cooperativa “Mare Nostrum”.
“Un particolare ringraziamento – aggiungono – va al dirigente regionale che ha dimostrato come il lavoro per migliorare le condizioni delle nostre acque, premessa necessaria per sviluppare lavoro e turismo nella nostra zona, debba essere sempre portato avanti con efficacia e con il preciso compito di migliorare le condizioni di vita della popolazione campana e vesuviana in particolare”.
L’incontro in Regione, la settimana scorsa, era stato organizzato anche grazie all’impegno della consigliera comunale del Pd di Torre del Greco, la renziana Clelia Gorga: “Dobbiamo ringraziare l’impegno politico, ma soprattutto la vicinanza fattiva della consigliera Gorga che, dopo anni in cui nessuno ci ascoltava, si è fatta carico della problematica cercando di risolverla alla luce del sole e lavorando nell’interesse della sua città. Se, tra qualche anno, i cittadini torresi potranno tornare tranquillamente a fare i tuffi nel proprio mare, lo dovranno anche al suo impegno”.
Solo una settimana fa, durante una conferenza stampa, la Cooperativa “Mare Nostrum” aveva dato la notizia dell’istituzione di due tavoli tecnici per combattere l’erosione e l’inquinamento della costa vesuviana, in particolare del tratto costiero di Torre del Greco. Dopo quattro anni di istanze a vuoto inoltrate dalla Cooperativa “Mare Nostrum”, era stato dato l’annuncio dell’inizio dei lavori di manutenzione alle scogliere presenti lungo il litorale torrese. Si tratta di interventi di manutenzione, rifacimento delle testate e pulizia delle scogliere. Un’opera volta a combattere il fenomeno delle mareggiate che, specie d’inverno, riescono a danneggiare arenile, marciapiede ed abitato.