M5S, D’Elia presenta mozione di sfiducia al sindaco: minoranza firmi e si assuma le proprie responsabilità
Il consigliere comunale del Movimento Cinque Stelle di Torre del Greco Ludovico D’Elia ha presentato una mozione di sfiducia al sindaco Ciro Borriello.
Borriello-Ciro-Compiaciuto“C’è una totale assenza di programmazione sul futuro per la città nel capo economico e turistico. Sono ferme al palo le progettazioni per i beni culturali ed inesistenti gli investimenti per il turismo. Il sindaco – puntualizza D’Elia – ha totalmente disatteso il patto politico-amministrativo stretto in campagna elettorale con tutti i cittadini, sottraendosi al dovere di affrontare problematiche e programmare interventi per lo sviluppo di Torre del Greco”.
D’Elia, in particolare, non condivide le scelte fatte dal sindaco in merito alla gestione dei rifiuti e delle isole ecologiche, oramai in stato di abbandono, ai fondi PIU’ EUROPA, all’aumento dell’addizionale comunale IRPEF (passata dallo 0,3 allo 0,8%), al disinteresse nei confronti delle politiche sociali e alle deroghe al regolamento per il funzionamento del consiglio comunale.
“Da dicembre – conclude il consigliere pentastellato – la situazione è stagnante. Bisogna smetterla di perdere tempo con gli equilibri interni. La fiducia nei riguardi dell’amministrazione comunale non esiste realmente neanche tra la maggioranza e a molti manca il coraggio di affermarlo pubblicamente, forse nella speranza di sedersi su qualche poltrona prestigiosa. Intanto, ad oggi, nessuno dei consiglieri di minoranza ha ancora firmato la mia mozione nonostante i proclami pubblici del Pd e degli altri partiti d’opposizione. Ai consiglieri di minoranza chiedo di assumersi le proprie responsabilità e di recuperare la propria autonomia decisionale nel rispetto della propria dignità e del mandato elettorale ricevuto”.