Napoli – Continuano le proteste in migliaia si radunano a Piazza Plebiscito per poi protestare davanti alla sede della Regione e contro Vincenzo De Luca e i suoi ultimi provvedimenti contro il coronavirus.

Quella di De Luca ricordiamo è stata una gestione fallimentare, fatta solo di show e proclami, ma nel concreto non ha fatto nulla in questi mesi per arginare il problema coronavirus in Campania.

“Reddito di salute per tutti la crisi la paghino i ricchi”: questo uno degli striscioni esposti ieri in Pazza Plebiscito a Napoli.

In piazza rappresentanti delle categorie che si sentono danneggiate come i ristoratori, i titolari dei bar, settori dell’indotto del turismo, ma anche studenti, esponenti dei centri sociali, singoli cittadini che stanno perdendo il lavoro. “A salute e a prima cosa ma senza sorde nun se cantano messe”, un altro degli striscioni. Intorno alla piazza decine di camionette delle forze dell’ordine e agenti in tenuta antisommossa.

Dopo un po’ i manifestanti, con il consenso delle forze dell’ordine, si sono diretti verso la sede della Giunta regionale campana nella vicina Via Santa Lucia. Nel corso della protesta un manifestante è stato fermato La protesta si è po conclusa ma i manifestanti hanno annunciato: “Torneremo davanti alla sede della Regione ogni giorno alle 18”.