Bilancio di previsione approvato in tempi record. Ieri, venerdì 13 novembre, la giunta guidata dal sindaco Ciro Borriello ha infatti licenziato la bozza di esercizio provvisorio per l’anno 2016, documento contabile che già Borriello-Ciro-Compiaciutoda lunedì sarà sottoposta all’attenzione della competente commissione consiliare per le opportune discussioni prima di arrivare in consiglio comunale per il definitivo via libera.
“Un’approvazione in tempi svizzeri” tiene a precisare il sindaco Ciro Borriello. “Nel primo anno di completa amministrazione della città – prosegue il primo cittadino – il nostro esecutivo ha provveduto a licenziare il bilancio un mese e mezzo prima della fine del 2015, anticipando cioè di diversi mesi i tempi tradizionali della nostra politica, che ‘prevedevano’ la stesura e la successiva approvazione dell’esercizio finanziario sempre a ridosso del periodo estivo, con lunghi periodi di esercizio provvisorio e con obiettivi programmatici spesso non chiari e difficili da realizzare”.
“Sono certo – conclude Borriello – che lo spirito che ha animato l’intera giunta, i dirigenti interessati e gli uffici competenti, sarà lo stesso che dalla prossima settimana porterà i consiglieri comunali prima in commissione e poi nell’assise a procedere alla discussione e all’approvazione del deliberato e di tutti i suoi collegati”.
Una soddisfazione, quella del sindaco, che trova riscontro anche nelle parole dell’assessore con delega al Bilancio, Salvatore Quirino, che si lancia in un commento estremamente chiaro: “Si tratta – dice – di una rivoluzione copernicana”.
L’assessore motiva in questo modo la sua affermazione: “Rispetto a un bilancio approvato dopo sette-otto mesi dall’inizio dell’anno – sostiene Quirino – qui si dimostra come l’amministrazione comunale ha fin da subito delineati quali sono i progetti che si intendono portare a compimento. Senza entrare troppo nello specifico, possiamo dire che con l’approvazione del bilancio entro la fine dell’anno in corso, l’amministrazione dimostra di avere chiare le idee sull’immediato futuro della città, bandendo dunque la logica dell’esercizio provvisorio e dei cosiddetti dodicesimi che non permettevano di dare garanzie ai cittadini”.
Così facendo la giunta di Torre del Greco è tra le primissime in Italia a licenziare la bozza di bilancio per l’anno 2016. In attesa poi che venga approvata la legge di Stabilità, oggi all’esame dei due rami del Parlamento: “Una legge – fa presente ancora l’assessore Salvatore Quirino – che contiene una norma che prevede, se approvata in via definitiva, la non applicazione dei vincoli dei patti di stabilità per il prossimo anno. Questa novità, in parole povere, potrebbe liberare il fondo pluriennale vincolato, fondo che a Torre del Greco è pari a circa 30 milioni di euro. Anche in questo caso però la nostra amministrazione sa sin da ora come impiegare questo ‘surplus finanziario’, senza intaccare le voci già presenti nella bozza di esercizio finanziario licenziato l’altro giorno”.
Per una così rapida approvazione del bilancio 2016 il sindaco Borriello e l’assessore Quirino si sentono di ringraziare “tutti i componenti della macchina amministrativa e comunale e in particolare gli uffici di programmazione finanziaria guidati dal dirigente Domenico Borriello, senza dimenticare il lavoro svolto in sede di redazione del piano economico finanziario dalla dottoressa Luisa Sorrentino e per l’aspetto legato a tariffe e tributi dal dirigente Massimiliano Palumbo”.

Comunicato stampa