Torre del Greco – La festa della mamma dedicata alle donne violate. Continua con lo spettacolo “Ma l’amore no” di Roberta Misticone, l’impegno civile del teatro Ethnos Club diretto da Gigi Di Luca, in favore della dignità e contro ogni forma di violenza. Il testo scritto e interpretato dall’attrice napoletana, si ispira a fatti di cronaca e racconta con amara ironia anche lo stupro della ragazza di San Giorgio a Cremano, avvenuto qualche mese fa nell’ascensore della Circumvesuviana.

Frammenti di umanità che si intrecciano alle voci disperate delle vittime, accompagnate dalla musica di Antonio Della Ragione.

“Ho scritto il monologo”, spiega Roberta Misticone, “proprio nei giorni in cui la giovane di San Giorgio a Cremano ha denunciato di aver subito la violenza sessuale e mi è sembrato naturale soffermarmi su di lei. Ma sono quattro le donne che rappresento, tra queste c’è anche Valentina Pitzalis. Di ciascuna protagonista, metto in evidenza, con un’amara ironia, le diverse sfaccettature, la povertà umana e morale della società e l’uso spregevole che, troppo spesso, di queste storie, ne fanno i media”.

Lo spettacolo “Ma l’amore no” di Roberta Misticone, con musiche di Antonio Della Ragione, si tiene all’Ethnos Club di Torre del Greco domenica 12 maggio alle 19. Prenotazione obbligatoria. Info 0818823978 – 3273168292 (anche whatsapp) info@labazzarra.com.