Torre del Greco – Buste della spesa in cambio di voti. La procura della Repubblica di Torre Annunziata sta portando avanti il lavoro d’inchiesta sul presunto voto di scambio alle ultime amministrative torresi.

Già nel mirino un certo numero di netturbini assunti con la formula di Garanzia Giovani, insieme ad un commercialista ex assessore e due eletti nell’attuale consiglio comunale.

Ora, un avviso di garanzia è stato notificato a M.P. un imprenditore che si trova a capo di una onlus, anche se non formalmente intestata a lui. Secondo l’accusa sarebbe stata organizzata la consegna di pacchi alimentari. Con le buste della spesa sarebbero stati distribuiti anche volantini elettorali per chiedere in cambio il voto a favore di un determinato candidato al consiglio comunale.

La sede della Onlus è stata perquisita e i militari hanno acquisito materiale utile ai fini delle indagini.