Il sindaco si dimette, siamo in piena campagna elettorale, pioggia. Tre fattori, un unico risultato: Torre del Greco cade nel degrado. La prima immagine, allegata all’articolo, rivela la cruda e amara realtà dell’isola ecologica sita in Via S.Gennariello, località S.Antonio. Contenitori completamente saturi, rifiuti a terra e, cosa peggiore, buste della spazzatura sparse a casaccio alla faccia d ella raccolta differenziata. La seconda immagine, invece, rivela la situazione, che s i protrae, ormai, da giorni, di Via S.Antonio in cui, di seguito alle recenti ed abbondanti piogge rivela il suo volto drammatico.

Cumoli di immondizia che l’acqua piovana trascina con sé. Immondizia che resta lì, ferma ed immobile per Immondizia-Rifiuti-Sacchettisettimane. I residenti sono esausti: “E’ uno scenario pietoso. Una vergogna – afferma con rabbia una residente di Via S.Antonio A.I. – ho la spazzatura praticamente sotto casa ed è una situazione che non può andare avanti. Le buste della spazzatura sono ovunque e vengono lasciate lì. Perché noi che paghiamo la tassa dei rifiuti dobbiamo poi trovarcela fuori casa? E’ normale tutto ciò?”. “ Questa situazione dell’isola ecologica – sostiene un residente di Via S. Gennariello G.R. – va avanti da qualche settimana e mi è difficile pensare che i camion della spazzatura badino a dividere le buste della raccolta differenziata. Se poi vogliamo considerare il fatto che c’è sempre il rom di turno pronto a rompere le buste per recuperare qualcosa dal loro interno versando tutto il contenuto a terra, la situazione è decisa- mente ancora più drammatica e patetica”. La totale passività ha portato i cittadini alla stregua della loro pazienza. La popolazione è stanca di vedere la propria città incolta ed abbandonata e si spera che con la prossima Amministrazione il problema legato alla raccolta differenziata e della pulizia delle s trade diventi uno dei punti prioritari.
Alessia Rivieccio