Prevenire i rischi idrogeologici, necessaria la manutenzione degli alvei pluviali – così in una nota congiunta il parlamentare del M5S Luigi Gallo e i consiglieri comunali del M5S Santa Borriello e Vincenzo Salerno. Teniamo alta l’ attenzione su Torre del Greco, dopo le mille battaglie fatte sul rischio idrogeologico, come quella per la riqualificazione della foce del Sarno. Abbiamo subito coinvolto il consigliere regionale Luigi Cirillo che ha allertato gli uffici prwposti.

Chiediamo quindi di intervenire subito per mettere in sicurezza il territorio comunale esposto a dissesti idrogeologici, in particolare quelle zone su cui le acque arrivano, nella parte pedemontana degli alvei e delle fogne, a velocità molto sostenute – dichiara Gallo. L’amministrazione comunale deve prendersi la responsabilità di “curare” il proprio territorio – dichiara Vincenzo Salerno.

La manutenzione sistematica, magari regolamentata, di tutti gli alvei è un altro nodo da sciogliere immediatamente.
‘Numerose sono state le segnalazioni di cittadini che da anni non hanno mai visto una manutenzione degli alvei pluviali che insieme alla manutenzione delle caditoie, sono i temi richiesti per evitare allagamenti in città, in previsione della stagione autunnale – aggiunge Santa Borriello -I principali alvei che, sviluppandosi dal bordo della caldera, attraversano il territorio comunale sono: – alveo Cavallo; – alveo Montedoro; – alveo Ponte della Gatta; – alveo via vicinale Boccea; – alveo via Ruggiero.In particolare abbiamo contrada Cappella Bianchini che è attraversata da un tronco dell’alveo Cavallo in cui confluiscono cinque affluenti che, procedendo da valle verso monte, sono denominati: Lagno Rivieccio, Cupa Lupovecchio, via Previcella, Cupa Falanga e Cupa Cappella Bianchini che quindi aumetano la portata d acqua fino alle vie del centro per poi sfociare nel mare.