Ferito un bambino di 7 anni in un incidente davanti ad una scuola elementare. Poco prima dell’una, davanti alla scuola elementare Nazario Sauro di via Circumvallazione, nel momento in cui i piccoli alunni uscivano di scuola, una moto è sopraggiunta proprio nell’attimo in cui i bambini stavano attraversando la strada. I riflessi Nazario-Sauro-Scuolapronti del centauro hanno evitato un epilogo peggiore di quello che è stato. Infatti, anche se la moto si è riuscita a fermare pochi centimetri prima di investire un bambino di 7 anni, questi, per il forte spavento, ha perso l’equilibrio battendo la testa a terra. Subito è stato soccorso e accompagnato dai genitori all’ospedale torrese. Fortunatamente, i medici hanno accertato che il colpo non ha provocato altro che un bel bernoccolo al piccolo studente anni. “La sicurezza degli studenti all’ingresso e soprattutto all’uscita degli istituti cittadini è al centro delle attenzioni dell’amministrazione. Non a caso, come avvenuto fino a due anni fa, abbiamo già avviato un tavolo di confronto con le forze dell’ordine e in particolare con gli agenti di polizia municipale per garantire la presenza dei vigili urbani negli orari di entrata e uscita, momento quest’ultimo più caldo dal punto di vista della sicurezza, in quanto in pochi minuti vengono fuori tutti gli alunni. Questo confronto purtroppo non ha ancora permesso di porre sotto controllo tutti gli istituti cittadini in quanto il corpo di polizia municipale risulta sotto organico a causa di ferie che devono ancora essere smaltite”. A sostenerlo è il sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, che interviene in merito alla vicenda del bambino rimasto ferito in un incidente avvenuto all’esterno della scuola elementare Nazario Sauro di via Circumvallazione. “Appena appreso della notizia – prosegue il primo cittadino – ci siamo sincerati delle condizioni di salute del ragazzo, che per fortuna risultano non gravi. Dell’argomento sicurezza all’esterno delle scuole discuteremo subito anche in giunta. Siamo propensi a prendere in considerazione l’eventualità di affidarci ai cosiddetti ‘nonni civici’, pensionati pronti a prendersi carico della sicurezza di bambini e ragazzi all’uscita degli istituti scolastici per conto dell’amministrazione comunale”.