Futili motivi. E così che si dice in questi casi per sottolineare le questioni di poco rilievo. Soltanto che poi la lite degenera e sfocia in qualcosa di molto più grosso. E soprattutto pericoloso. È successo anche ieri a rissa-lite-tra-donneTorre del Greco, dove protagoniste di un furibondo litigio sono state due ragazze della città corallina. Prima l’alterco, poi all’improvviso una delle due ha tirato fuori un pericoloso coltello a serramanico e ha colpito la rivale, ferendola per fortuna non in modo grave. Ad arrestare la responsabile dell’atto scellerato e a ricostruire la dinamica dei fatti sono stati i carabinieri della compagnia di Torre del Greco, agli ordini del maggiore Michele De Rosa, che ieri sono intervenuti arrestando con le accuse di lesioni gravi e resistenza a pubblico ufficiale M.C.S., appena 18 anni e già nota alle forze dell’ordine. La giovane ha prima ferito al braccio destro la malcapitata 25enne, incensurata, poi ha tentato una disperata fuga per sottrarsi all’arresto. Ma il tentativo di scappare è stato immediatamente reso vano dall’intervento dei carabinieri che l’hanno bloccata. I militari hanno avuto il loro da fare, visto che la 18enne non ha mancato di opporre resistenza. La ragazza ferita con il coltello a serramanico è stata soccorsa e trasportata dal personale del 118 all’ospedale Maresca, dove i sanitari gli hanno riscontrato una ferita al braccio destro giudicata guaribile in sette giorni. Il coltello è stato rinvenuto sugli scogli, dove la stessa 18enne lo aveva nascosto dopo il ferimento, ed è stato sequestrato dai carabinieri. La ragazza arrestata sarà giudicata con rito direttissimo.
Alan