Torre del Greco. Questo pomeriggio i  carabinieri della Compagnia di Torre del Greco – agli ordini dal capitano Emanuele Corda – hanno eseguito nei confronti dell’imprenditore 54enne un’ordine di carcerazione: Pasquale Della Gatta, già ai domiciliari, dovrà scontare altri 2 anni e 6 mesi sempre ai domiciliari per reati in materia fallimentare mentre il fratello Angelo Della Gatta dovrà scontare 2 anni e due mesi. La condanna per l’ex armatore fa riferimento al procedimento penale nato dall’inchiesta Bayres, gli uomini della guardia di finanza di Torre Del Greco riuscirono  ad appurare che gli armatori di seconda generazione – avrebbero continuato a disporre di ingenti risorse da utilizzare per la successiva acquisizione del 50% delle quote societarie di una società immobiliare operante nel salernitano, amministrata di fatto da Dante Di Francescantonio. L’indagine fu condotta anche attraverso intercettazioni ed acquisizione di e-mail che consentirono di accertare che i fratelli Pasquale e Angelo Della Gatta avevano continuato – scriveva il Procuratore di Torre Annunziata, Alessandro Pennasilico – “a disporre di ingenti riserve di liquidità da impiegare nell’ambito di un consistente investimento immobiliare in cui gli stessi risultavano essere coinvolti in prima persona, nonché di cristallizzare la disponibilità, per interposta persona, di beni mobili”.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono