Crac Deiulemar. Partono i rimborsi per gli obbligazionisti…ma è una bufala. Da qualche giorno è girata la notizia, tra buona parte delle tredicimila famiglie di risparmiatori che nel tempo hanno acquistato obbligazioni Deiulemar-Naveper un importo di oltre 720 milioni di euro dalla società armatrice Deiulemar Compagnia di Navigazione Spa, che solo 2500 obbligazionisti potranno ricevere un risarcimento. Ovviamente si è scatenato il panico tra i risparmiatori per sapere se uno di loro erano tra i pochi fortunati. Ma la verità è un’altra e dalle pagine del blog degli obbligazionisti viene spiegato che ci sono solo due strade perseguibili allo scopo di essere indennizzati. Una è la “Procedura Fallimentare” della quale si fa carico la Curatela, costituendosi Parte Civile nel Processo Penale o chiamando in giudizio con Cause Civili chiunque ritenga opportuno, dandone contezza a tutti i creditori. La seconda strada perseguibile, è la cosiddetta “Procedura Extra Fallimentare”, è quella già intrapresa da diversi obbligazionisti che, firmando un mandato ai loro legali, hanno intrapreso azioni civili per richiedere il risarcimento danni nei confronti di soggetti o società che ritengono di averli danneggiati. Nell’uno o nell’altro caso sarebbero interessati molti di più rispetto ai 2500 pubblicizzati. Quindi dal blog si rassicurano gli obbligazionisti e si fa una tiratina d’orecchi a chi ha fatto girare la falsa notizia.
Alfonso Ancona