Manette-ManiIn via Toscanelli a Genova, un uomo di 64 anni di Torre del Greco ha sparato cinque colpi di pistola contro la moglie, Rosa Landi, di 59 anni, uccidendola. Le indagini per ricostruire la dinamica del delitto sono state avviate dalla sezione Omicidi della Squadra mobile, che in queste ore stanno interrogando l’assassino. Ascoltati a lungo dai poliziotti anche alcuni vicini di casa della coppia. E poi, dopo esseri rifiutato di vedere i figli, viene accompagnato a Marassi con l’accusa di omicidio volontario aggravato, in attesa della convalida dell’arresto.

Il cadavere della vittima, Rosa Landi, è stato rinvenuto nell’appartamento con numerosi colpi di arma da fuoco, alcuni dei quali nella schiena. La pistola usata per commettere la tragedia, regolarmente detenuta dall’uomo, è stata ritrovata nella casa. I due coniugi hanno figli sposati e nipoti. Un cambiamento e una chiusura radicale che ha colpito Ciro Vitiello, che ha ricominciato a corteggiare la moglie come non faceva da anni, ma senza esito. L’uomo ha confessato che la moglie aveva già contattato un legale per la separazione dopo che aveva scoperto che l’uomo aveva avuto diverse relazioni extraconiugali. E il padre, sempre al telefono, ha detto loro: “ho ammazzato la mamma, voleva lasciarmi”. Vitiello è stato ovviamente arrestato.