Gazebo-Rosa-raccolta-terremoto_2016Dopo il tragico evento sismico che ha colpito le regioni centrali del Paese, in tutta Italia è partita la raccolta dei beni di prima necessità per aiutare le popolazioni colpite.

A tal proposito, la settimana scorsa è nata una collaborazione tra l’Associazione “Diamo una mano” e “Il Gazebo Rosa ONLUS”, già nota sul territorio per le sue battaglie attivate sul territorio in difesa delle categorie più debili.
Per l’occasione, grazie alla sinergia tra le suddette associazioni, i volontari, con tanta dedizione e spirito di solidarietà, sono riusciti a raccogliere tutti beni di prima e seconda necessità per essere vicini a chi ha perso tutto con il terremoto.
In particolare, un tir e due furgoni sono partiti grazie alla disponibilità di persone che si prodigate per il buon esito della missione. Non pochi sono stati gli ostacoli superati al fine di dare un aiuto ai terremotati.
La presidente de “Il Gazebo Rosa ONLUS” Rosa Visciano, si è attivata grazie alla rete e al supporto della signora Ada Pappacoda affinché l’opera andasse buon fine. Soluzione trovata: “Il comitato Mommici” (paesino sopravvissuto alla tremenda scossa ) si occupera’ della distribuzione. Esso, infatti, trovandosi sul luogo monitora cosa mandare e dove, soprattutto pianificando l’itinerario migliore per permettete che tutto vada distribuito.
Insomma, un lavoro certosino che da giorni – con una reperibilità di 24 ore su 24 – ha permesso che l’intervento di solidarietà fosse possibile. Indispensabile l’operatività di Marco Manna e Clementina Sasso che hanno fatto da collante con “Il Gazebo Rosa ONLUS”. Utilissimo, infine, anche il contributo dell’associazione mamme vulcaniche e di tutti i volontari spontanei.