Posti per disabili occupati abusivamente, associazione scrive al sindaco. La presidente de ” LA LIBELLULA ” Maria Orlando ha spiegato che “purtroppo a causa delle innumerevoli segnalazioni che ci sono pervenute a Handicap-Auto-Disabilenoi in associazione ci siamo sentiti in dovere di porre all’attenzione del nostro Comune precisamente del nostro sindaco Ciro Borriello e dell’assessorato di competenza delle incresciose situazioni che ormai persistono da un bel po’ di tempo con nostro grande rammarico”. Ovvero: “Alcuni abitanti della zona di via Litoranea ci hanno fatto presente che purtroppo molto spesso vi è l’occupazione selvaggia ed abusiva dei posti per disabili da parte di persone senza contrassegno e prive ovviamente anche di dovere civico ed umanità”. Ma non è tutto. “Pur essendoci pattuglie di polizia municipale in loco – denuncia Maria Orlando -, il tutto avviene sotto i loro occhi e spesso ad essere multati sono proprio gli autoveicoli con contrassegno che, ahimè, per accompagnare il loro disabile a bordo sono costretti ad una fermata o ad una sosta obbligatoria sulle strisce blu che come tutti ben sappiamo sono a pagamento. Uno scempio – continua – che a nostro avviso dovrebbe cessare di esistere in quanto i disagi per un disabile in una città come la nostra totalmente inaccessibile già ne sono molti”. “Inoltre – spiega ancora – sempre a noi ci sono arrivate altre segnalazioni in merito all’eccessiva velocità degli autoveicoli in quella zona, mettendo così a grave rischio la vita dei pedoni che siano essi diversamente abili e non”. Poi, dopo le critiche, arriva la proposta. “In tal senso – dice infine la Orlando – abbiamo proposto e protocollato la richiesta di installare in quella zona delle telecamere di videosorveglianza e/ o apparecchiature di autovelox cosicché la velocità selvaggia di questi autoveicoli possa essere ripresa e magari possano scattare sanzioni per i trasgressori del codice della strada e delle norme sulla velocità.