Responsabile Cgil: “Operai dei cantieri PIU Europa in condizioni disumane”. Dopo il comunicato fatto dall’amministrazione torrese in cui si diceva che “proseguono gli interventi di riqualificazione delle strade del Luca-Chiusel-profilocentro” promosse dalla giunta guidata dal sindaco Ciro Borriello nell’ambito del programma PIU Europa. E ancora: “Stanno andando avanti a ritmo incessante – affermava l’assessore ai Lavori Pubblici, Luigi Mele, che dall’insediamento dell’Amministrazione sta seguendo gli interventi legati al programma Più Europa – le opere di riqualificazione delle arterie del centro cittadino- “, e proprio questi lavori portati avanti dagli operai a “ritmo incessante” sono stati oggetto dell’interessamento del sindacato “rosso” e del suo responsabile locale. Sono sconcertato – scrive sul suo profilo Facebook il responsabile della locale sezione della Cgil, Luca Chiusel – rispetto l’indifferenza generale, in merito alle disagiate condizioni che affrontano quotidianamente, i lavoratori addetti al rifacimento delle strade della nostra città. La cittadinanza di Torre – continua – sta vivendo una situazione di disagio notevole a causa di questi lavori, che dovrebbero cambiare il volto della città, ma che si tramutano in dramma per le attività produttive impattate da queste interminabili opere di rifacimento. La scarsa programmazione di questa amministrazione comunale, non può e non deve ricadere sulla sicurezza dei lavoratori, che sono costretti a lavorare a 38°, a causa di chi non è capace di gestire la cosa pubblica, e a ponderare i giusti tempi di consegna previsti dalla legge. L’incompetenza amministrativa non può ricadere né sulla salute dei lavoratori, né su di una economia cittadina già messa a dura prova in questi anni”, conclude piccato Luca Chiusel.