Grottaglie – Calcio amputati: Vicenza campione d’Italia 2020

 

Il verdetto del secondo Campionato italiano di Calcio amputati è stato chiaro. A Grottaglie (Taranto), il Vicenza Calcio Amputati conquista lo scudetto della stagione 2020 riscattandosi così del secondo posto del 2019.

Il titolo arriva grazie al percorso netto a Jesolo nel girone di andata, cui si aggiungono due vittorie (una a tavolino) e una sconfitta dello scorso weekend per un totale di 15 punti in vetta alla classifica finale.
Nel girone di ritorno, orfano all’ultimo momento della Fabrizio Miccoli di Lecce per quarantena precauzionale a causa di un caso Covid in squadra, sono state giocate solo tre partite.
Nella prima, partenza in salita per i neocampioni d’Italia che subiscono l’1-0 da parte della Nuova Montelabbate, ex detentrice dello scudetto. Il match, molto equilibrato per le ottime giocate individuali e l’organizzazione tattica di gioco da parte di entrambe le formazioni, viene deciso dal gol nel secondo tempo di Mohammed Aharchi. Il Vicenza tenta il tutto per tutto per il pareggio, ma viene fermata dall’ottima prestazione del portiere Pier Gardino e dall’incrocio dei pali.

Nel secondo incontro il club vicentino vince per 3-1 la sfida contro la Levante C Pegliese. Passato in svantaggio con rete di Vincenzo De Fazio, inizia ad aleggiare lo spettro dello scorso anno in cui il Vicenza ha perso lo scudetto all’ultima prova. È il capitano Emanuele Padoan a trascinare la squadra e a risolvere la partita con un gol e due assist vincenti nella ripresa, realizzando così il sogno inseguito per ben due anni dal Vicenza.
Nel match successivo la formazione di Genova non riesce a scalzare la Nuova Montelabbate dal secondo posto in classifica (13 punti). Nello scontro diretto la squadra di Pesaro-Urbino porta a casa la gara con un sonoro 6-2 con reti e giocate di livello, che si lascia alle spalle il ricordo amaro di Jesolo.

A Grottaglie, il Presidente FISPES Sandrino Porru, dopo aver consegnato la Coppa ai vincitori, ha dichiarato: “Questo secondo Campionato Italiano di Calcio amputati è stato sicuramente un grande successo, dovuto non solo al livello tecnico più alto espresso in campo, ma soprattutto perché siamo riusciti ad organizzare la manifestazione in questo periodo di pandemia. È un risultato che sa del miracoloso grazie all’impegno di tutta la famiglia FISPES, al Consiglio Federale e a tutti coloro che ci hanno creduto e che vi hanno collaborato, dal Delegato Regionale Antonio Salonna, al responsabile tecnico Renzo Vergnani e a tutto lo staff federale. Anche noi purtroppo siamo stati colpiti dalla situazione Covid col caso della squadra di Lecce che ha comportato la loro assenza in campo. Esprimo qui tutta la nostra vicinanza al capitano Roberto Sodero per il grande lavoro che ha fatto e a tutto il suo team. Un grande ringraziamento va alla città di Grottaglie che ci ha ospitato come Città europea dello sport 2020 e con cui si sono avviate interlocuzioni per possibili collaborazioni future per lo sviluppo dello sport paralimpico nella regione, anche dal punto di vista culturale. Un plauso finale è per chi ha contribuito alla riuscita della manifestazione, dai volontari dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato- Brindisi, al Centro Sportivo Azzurra, al collegio arbitrale e allo staff tecnico-sanitario capitanato dal Dottor Piergiuseppe Soldà. Siamo riusciti ad organizzare un grande evento con grande serietà da parte di tutti e nel rispetto delle regole, società e atleti compresi, con uno staff federale che ha lavorato senza risparmiarsi per portare a casa questo importante risultato”.