In cucina con Angie
Patrono di marinai, pescatori, farmacisti, profumieri, bottai, bambini, ragazze da marito, scolari, avvocati nonché delle vittime di errori giudiziari, San Nicola è patrono, inoltre, dei mercanti e commercianti. Ed è nella ricorrenza di San Nicola (il 6 dicembre) che si preparano gli Speculoos, biscotti di pasta frolla speziati tipici del Belgio, dell’Olanda e della Francia e della Germania. Molte le variazioni, a seconda delle zone Speculoos-biscotti-San-Nicolageografiche, ma fatto sta che questi biscotti sono diventati il simbolo gastronomico per i festeggiamenti del santo. Diverse anche le interpretazioni sulle origini del nome degli “Speculoos”: non abbiamo certezza assoluta, ma solo talune ipotesi tradizionali.

Ingredienti: 850 g di farina, 1 kg di zucchero di canna, 250 g di burro, 2 cucchiaini di cannella in polvere, 1 cucchiaino di bicarbonato.

Esecuzione: impastate burro e zucchero aggiungendo poco a poco farina, bicarbonato, cannella e non più di 1 dl d’acqua. Lasciate riposare per 2 ore, poi stendete l’impasto e ritagliatelo utilizzando stampini di alluminio. Sistemate le sagome in una teglia imburrata, riscaldate in forno per 10-15 minuti a calore medio.

Appena sfornati saranno morbidi, ma man mano che si raffredderanno si induriranno e solo allora potrete toglierli dalla teglia.
Angie Cafiero

Articolo pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 13 novembre 2013