Rotture in giunta, Frulio: “niente di fatto per il rilancio economico”
Vita breve per l’amministrazione Malinconico? Certamente sono molti i motivi di scontro all’interno della maggioranza, che stanno conducendo a un progressivo sfaldamento del fronte alleato del primo cittadino, una situazione di instabilità in cui il sindaco pare avere difficoltà a tenere le briglie. A dimostrarlo sono i continui screzi con i due consiglieri Colantonio e Frulio,entrambi ex UDC ora nel gruppo misto, appartenenti formalmente alla maggioranza ma negli ultimi mesi in rotta di collisione con gli altri partiti dello schieramento e con lo sPalazzoBaronale_tesso sindaco Malinconico, “Non chiamatemi dissidente – afferma Gaetano Frulio – sono libero di criticare l’operato del sindaco, ho un vincolo che mi lega ai cittadini che mi hanno eletto, se c’è qualcosa che non va lo noto”. Dura è la linea del consigliere ex Udc, motivi di polemica c’erano già stati all’indomani dell’estate quando Frulio, insieme all’ex presidente del consiglio comunale Colantonioaveva criticato Malinconico per il degrado del litorale, oggi spiega che non ci sono stati cambiamenti di rotta, “Non ho visto segnali importanti per il rilancio economico, siamo stati 4 mesi a discutere del registro delle unioni civili, ma sul piano dell’urbanistica, del verde pubblico, della nettezza urbana non ci sono stati miglioramenti , ho chiesto al sindaco di indire una conferenza programmatica a cui partecipino i vari gruppi di professionisti della città e le associa- zioni, ma fino ad ora non ho avuto risposte”. Intanto il consiglio comunale resta un fronte eterogeneo, in cui, dopo le dimissioni di Colantonio manca un presidente, “al sindaco rimprovero di non essere stato un collante per i gruppi di maggioranza” spiega Frulio, e a coloro che lo hanno accusato di portare avanti una polemica sterile, finalizzata all’acquisizione di una poltrona da assessore, risponde così “mi sembrano più sterili coloro che mi criticano, continuerò a dire la mia” e paventando l’ipotesi di uno strappo definitivo con il gruppo di maggioranza afferma “mi auguro che gli altri consiglieri vogliano lavorare, sta a loro decidere se escludermi”

Carolina Esposito

Articolo pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 23 ottobre 2013