Lavorava da un anno come infermiere a bordo di una ambulanza del 118, ma si era fatto assumere presentando titoli contraffatti.

E’ stato scoperto dai carabinieri della Compagnia di Sorrento, che lo hanno denunciato per esercizio abusivo della professione.

Durante un controllo della postazione di emergenza a Sant’Agnello, comune della penisola sorrentina, i militari hanno trovato in un’ambulanza due sanitari, l’autista e un infermiere, o presunto tale. Dagli accertamenti è emerso infatti che l’infermiere in questione, un 50enne di Scafati già noto alle forze dell’ordine, per farsi assumere dalla società privata che svolge il servizio di emergenza per conto dell’Asl Napoli 3 Sud aveva fornito una laurea falsa con tanto di pergamena e un tesserino di iscrizione all’ordine professionale infermieristico, anche questo falso.