Napoli – Appuntamenti: San Giovanni a Carbonara, Oplonti di notte, la scuola di Posillipo al Maschio Angioino.

SABATO 7 SETTEMBRE – ORE 10:30

 

MERAVIGLIE TRECENTESCHE: LA CHIESA DI SAN GIOVANNI A CARBONARA

 

 

La visita riguarderà la Chiesa trecentesca di San Giovanni a Carbonara, tra le più ricche di opere d’arte della città, ubicata nell’omonima strada del centro storico, così chiamata in quanto era destinata in epoca medievale a luogo di scarico dei rifiuti inceneriti. La fondazione del monastero e della chiesa va collocata tra gli anni 1339 e 1343 quando Gualtiero Galeota dona agli Agostiniani un suolo fuori le mura denominato ad carbonetum. Nel 1399, con l’arrivo di re Ladislao di Durazzo a Napoli, ha inizio un completo rifacimento che conferisce alla chiesa l’aspetto attuale. Alla morte di Ladislao nel 1414, per volere della sorella Giovanna si eleva nel presbiterio della chiesa l’imponente monumento funebre del sovrano. Nel 1427, voluta da Sergianni Caracciolo, viene costruita la cappella della Natività dei Caracciolo del Sole, aggiunta al muro di fondo della chiesa gotica. La visita offrirà quindi anche l’occasione per ripercorrere il tormentato amore della regina  Giovanna II e del suo amante, assassinato per una pugnalata nel 1432 in Castel Capuano. Per tutto il XVI e il XVII secolo la chiesa si arricchirà di sepolture e monumenti di notevole qualità plastica. Nel Settecento l’architetto Ferdinando Sanfelice realizzerà all’esterno una scala a doppia rampa, uno dei simboli delle sue ardite architetture.

 

PROGRAMMA

10:30 – Raduno partecipanti presso l’ingresso della chiesa in via San Giovanni a Carbonara, 5 – Napoli

12:30 – Fine della visita guidata

 

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO € 7,00

 

La PRENOTAZIONEÈ OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti) e va effettuata entro il giorno precedente la visita. La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti.

 

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436 – cultura@sirecoop.it – www.sirecoop.it

 

————————————————————————————————————————————–

 

SABATO 7 SETTEMBRE – ORE 20:30

 

OPLONTI DI NOTTE: VIAGGIO NELL’ARISTOCRAZIA ROMANA

 

In occasione delle aperture serali la cooperativa Sire invita tutti ad un emozionante viaggio archeologico: conosceremo la meravigliosa Villa di Poppea, un dedalo di ambienti caratterizzato da porticati, cucine, saloni e giardini, dove potrete rivivere a pieno la sensazione di camminare in un’antica villa romana, probabilmente appartenuta a Poppea Sabina,  seconda moglie di Nerone. Nel 1997 gli scavi sono stati dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

 

APPUNTAMENTO

20:30 Raduno presso l’ingresso Scavo archeologico di Oplonti in via Sepolcri a Torre Annunziata

La visita guidata avrà inizio dopo l’acquisto dei biglietti (apertura della biglietteria alle ore 20:30)

Si raccomanda la puntualità

22:30 conclusione attività

 

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO  euro 10,00

(incluso di auricolari ed escluso biglietto di ingresso al sito di euro 2,00)

 

In occasione delle aperture serali, indipendentemente dalla volontà della Cooperativa, potrebbero esserci file alla biglietteria per l’accesso al sito.

 

N.B. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti.

 

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436 – cultura@sirecoop.it

 

————————————————————————————————————————————–

DOMENICA 8 SETTEMBRE  – 10:30

 

LA SCUOLA DI POSILLIPO: “LA LUCE DI NAPOLI CHE CONQUISTO’ IL MONDO”

VISITA ALLA MOSTRA E AL MASCHIO ANGIOINO

 

 

La costruzione del Maschio Angioino iniziò nel 1279 sotto il regno di Carlo I d’Angiò. Chiamato anche Castrum Novum per distinguerlo da quelli più antichi dell’Ovo e Capuano, durante il regno di Roberto d’Angiò divenne un centro di cultura dove soggiornarono artisti e letterati fra cui Giotto, Petrarca e Boccaccio.  Oltre agli esterni, con il grandioso Arco di Trionfo, visiteremo la Sala dei Baroni e l’area archeologica, grazie ad un pavimento in vetro trasparente sotto il quale sono conservati i resti. La visita si incentrerà poi sulla mostra “La scuola di Posillipo: la luce di Napoli che conquistò il mondo”, allestita nella Cappella Palatina. Oltre sessanta opere pittoriche che provengo da raccolte private permetteranno di conoscere la nascita e lo sviluppo della scuola di Posillipo e dei suoi protagonisti: Anton Smink van Pitloo, Giacinto Gigante, Salvatore Fergola e molti altri artisti, che lavorarono al rinnovamento della pittura di paesaggio. La mostra che offre anche un assaggio dell’evoluzione della pittura di paesaggio successiva all’esperienza posillipina sempre fondato sulla ricerca di quella luce squisitamente napoletana e meridionale che incantò artisti e intellettuali di tutto il mondo.

 

PROGRAMMA

10:30 – appuntamento sotto l’arco di Castel Nuovo, piazza Municipio, Napoli

12:30 – Fine della visita guidata

 

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO € 7,00 (escluso biglietto di ingresso di euro 6,00)

 

La PRENOTAZIONEÈ OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti) e va effettuata entro il giorno precedente la visita. La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti.

 

INFO E PRENOTAZIONI 392.2863436 – cultura@sirecoop.it – www.sirecoop.it

 




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono