Ancora moniti all’Italia da Bruxelles e pesanti giudizi dalle pagine del New York Times

Giovedì 4 novembre, un centinaio di dimostranti anti-discarica del presidio permanente di Taverna del Re, a Giugliano, ha manifestato davanti alla sede della Provincia di Napoli. Alla protesta ha partecipato anche una delegazione dei comitati contrari alle discariche di Terzigno: con striscioni e slogan a favore di una “vera” raccolta differenziata, con impianti di compostaggio ”per trasformare i rifiuti in risorsa e creare posti di lavoro”. Il prossimo Consiglio dei Ministri approverà un decreto legge sull’emergenza rifiuti in Campania che prevede "la soppressione di alcuni impianti previsti nella legge precedente come siti di conferimento rifiuti, e l’accelerazione delle procedure per la costruzione di nuovi termovalorizzatori”. Questo quanto affermato dal premier alla conferenza stampa tenuta a palazzo Chigi. Berlusconi ha anche dichiarato: “Abbiamo risolto il problema di Terzigno con l’accordo firmato con i 18 sindaci dei Comuni interessati. Ora spetta alle istituzioni locali fare il loro dovere e attuare gli impianti di termovalorizzazione”. Ma i cittadini rimangono contrari allo sversamento dei rifiuti e annunciano che si opporranno fermamente all’entrata degli autocompattatori nelle discariche. Secondo i manifestanti, governo ed istituzioni "stanno aggirando il problema perché scelgono di riaprire le vecchie discariche e di costruire inceneritori anziché avanzare soluzioni migliori come la raccolta differenziata e la divisione tra secco e umido".

“La situazione dei rifiuti in Campania ci preoccupa ancora e chiediamo azioni immediate per far fronte all’emergenza”: lo ha detto il commissario europeo all’Ambiente, Janez Potocnik (nella foto). Il commissario, durante un breve incontro con il ministro dell’ambiente Stefania Prestigiacomo, ha ribadito la preoccupazione di Bruxelles per la situazione dei rifiuti in Italia e ha invitato il governo a prendere misure al più presto.

Non meno tenera la valutazione del quotidiano statunitense The New York Times che, con la corrispondente Rachel Donadio, sta seguendo con attenzione le vicende di Terzigno. La testata newyorkese afferma che la popolazione campana ha ormai perso la fiducia verso il presidente del Consiglio e nel capo della Protezione Civile.

Intanto Bertolaso ha lasciato Napoli passando la patata bollente nelle mani del presidente della Provincia, Cesaro , che, come primo atto, ha riaperto il sito di Taverna del re a Giugliano, chiuso dal 2008.

Mariacolomba Galloro




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono